Pubblicato in: Cinema News

Cinema a Palazzo 2019: rassegna all’Istituto francese di Firenze da gennaio a marzo

Mariagiovanna GrifiMariagiovanna Grifi 2 settimane fa
Barbara di Mathieu Amalric
Fonte: locandina del film Barbara di Mathieu Amalric

Da gennaio a marzo la rassegna “Cinema a Palazzo” presenta 13 film presso l’Istituto francese di Firenze, sito in piazza Ognissanti. Si parte venerdì 18 gennaio con la presentazione del libro “Il primo cinema non si scorda mai”, edito da Scramasax, a cura di Luca Giannelli e Fabrizio Borghini per poi continuare con una programma ricco e variegato di film.

Le ultime uscite come “La Belle Et La Belle” di Sophie Fillieres (2018), “Barbara” di Mathieu Amalric (2017), “La Douleur” di Emmanuel Finkiel (2017), “Jusqu’à La Garde” di Xavier Legrand (2017) e “Numéro Une” di Tonie Marshall (2017), o film di altri tempi quali “Jour De Fête” di Jacques Tati (1947), “Les Diaboliques” di Henri-Georges Clouzot (1954) e “Pickpocket” di Robert Bresson (1959).

Il calendario

-> Venerdì 18 gennaio alle ore 18 “Il primo cinema non si scorda mai”: presentazione del libro alla presenza dei curatori Luca Giannelli e Fabrizio Borghini, Edizioni Scramasax 2018. Prima raccolta antologica sulla storia delle sale cinematografiche fiorentine attraverso testi e autorevoli testimonianze di 127 personaggi cittadini.

-> Venerdì 18 gennaio alle ore 21 e lunedì 21 alle ore 18 “Barbara”: film drammatico di Mathieu Amalric (2017), nuova prova registica dedicata alla chansonneuse francese; presentato a Cannes 2017.

-> Venerdì 25 gennaio alle ore 19 e lunedì 28 alle ore 18 “La Douleur”: film drammatico di Emmanuel Finkiel (2017) che traspone il romanzo autobiografico di Marguerite Duras con uno stile impressionista, riflessivo e grave; rappresenterà la Francia agli Oscar.

-> Venerdì 25 gennaio alle ore 21 e venerdì 1 febbraio alle ore 19 “Maestro”: commedia drammatica di Léa Fazer (2013), regista franco-svizzera; nel cast Pio Marmaï nel ruolo di giovane attore sul set di un grande regista, personaggio ispirato a Eric Rohmer e interpretato da Michael Lonsdale.

-> Venerdì 1 febbraio alle ore 21 e lunedì 4 febbraio alle ore 18 “Pickpocket”: poliziesco di Robert Bresson (1959) che racconta la storia di un borseggiatore che sopravvive grazie a furti poco remunerativi.

-> Venerdì 8 febbraio alle ore 19 e lunedì 11 febbraio alle ore 18 “Elle S’en Va”: commedia di Emmanuelle Bercot (2013), film sullo scorrere del tempo e sul rapporto tra generazioni, contrassegnato dallo stile inconfondibile di Catherine Deneuve.

-> Venerdì 8 febbraio alle ore 21 e venerdì 15 febbraio alle ore 19 La Belle Et La Belle”: commedia di Sophie Fillieres (2018) che incastra realismo e finzione per una partitura divertente interpretata da Sandrine Kiberlain e Agathe Bonitzer.

-> Venerdì 15 febbraio alle ore 21 e lunedì 18 febbraio alle ore 18 Victoria”: commedia drammatica di Justine Triet (2016) che prende a modello la commedia americana; film d’apertura della Semaine de la Critique.

-> Venerdì 22 febbraio alle ore 19 e lunedì 25 febbraio alle ore 18 Jour De Fête”: commedia di Jacques Tati (1947), suo primo lungometraggio girato in una comunità dove ha trovato rifugio durante la guerra, il piccolo villaggio di Sainte Sévère-sur-Indre.

-> Venerdì 22 febbraio alle ore 21 e venerdì 1 marzo alle ore 19 “Jusqu’à La Garde”: film drammatico di Xavier Legrand (2017), protagonista la famiglia con le sue dinamiche e i suoi segreti; presentato al Festival di Venezia.

-> Venerdì 1 marzo alle ore 21 e lunedì 4 marzo alle ore 18 “Tour De France”: commedia drammatica di Rachid Djaidani (2016), un percorso verso la tolleranza poggiato sulle solide spalle di Gérard Depardieu e di un rapper fuori dal comune; presentato a Cannes 2016.

-> Venerdì 8 marzo alle ore 19 e lunedì 11 marzo alle ore 18 “Les Diaboliques”: thriller di Henri-Georges Clouzot (1954), riproposto a più di sessant’anni dalla sua realizzazione si riconferma un’opera di straordinaria modernità.

-> Venerdì 8 marzo alle ore 21 e venerdì 15 marzo alle ore 19 “Agatha Christie Vs Hercule Poirot”: documentario di Jean-Christophe Klotz (2016) con lo scopo di decostruire un famoso romanzo poliziesco di Agatha Christie.

-> Venerdì 15 marzo alle ore 21 e lunedì 18 marzo alle ore 18 “Numéro Une”: film drammatico di Tonie Marshall (2017), appassionante e femminista nell’universo delle multinazionali supportato da una formidabile Emmanuelle Devos.

Info e contatti

Institut français Firenze – piazza Ognissanti, 2

Tel. 055 2718801 – Fax 055 217296 – Sito web dell’evento

Etichette: