Pubblicato in: News

Coronavirus: a Firenze chiusi giardini e parchi pubblici

Lorena VallieriLorena Vallieri 3 settimane fa
Firenze giardini

Firenze ha deciso: anche i giardini e i parchi pubblici resteranno chiusi fino a che durerà l’emergenza Coronavirus. Troppo spesso non viene rispettata la distanza di almeno un metro.

Dopo le numerose violazioni emerse dai controlli della Polizia Municipale impegnata, con le altre forze dell’ordine, a far rispettare le prescrizioni dell’ultimo decreto per il contenimento del virus, è stato deciso di chiudere i parchi e giardini pubblici dotati di cancelli e rafforzare i controlli su quelli privi di cancelli. Troppe infatti le violazioni riscontrate.

D’altra parte l’indicazione del governo è chiara: stare a casa e uscire solo se strettamente necessario. Anche se è bel tempo. E, come ha ribadito il sindaco Dario Nardella, “Fare una passeggiata non è un motivo di necessità”, e, “se uscire da soli a fare due passi non è vietato, è fortemente consigliabile ridurlo allo stretto necessario”. E’ altresì possibile portare fuori il proprio cane, ma limitandosi alle zone intorno a casa.

Disposizioni simili sono state decise anche dagli altri comuni dell’area metropolitana. Chiusi dunque giardini e parchi pubblici di Scandicci, Bagno a Ripoli e Campi Bisenzio. Mentre è presidiato con controlli a tappeto il parco fluviale di Lastra a Signa, impossibile da chiudere viste le dimensioni.

Si ricorda infine che anche per chi esce a piedi è necessaria l’autocertificazione scaricabile dal sito del Ministero dell’Interno.

 

Etichette: