Pubblicato in: News Teatro

Teatro Era: Programma

Mara MarchiMara Marchi 1 mese fa
in Africa a Kinshasa
Foto tratta da ”A night in Kinshasa”, regia di Federico Buffa. Ph. Sergio Visciano

42 spettacoli, 8 tra produzioni e coproduzioni e 6 prime nazionali. Il Teatro della Toscana presenta le attività del Teatro Era e del CSRT di Pontedera, i 10 anni Teatro Era, le produzioni, gli spettacoli internazionali, i grandi maestri della ricerca e della tradizione, le giovani generazioni di artisti, le proposte per il territorio e un progetto dedicato al Workcenter of Jerzy Grotowski and Thomas Richards.

I 10 anni Teatro Era 

Dall’11 ottobre al 4 novembre 2018 si festeggiano i 10 anni Teatro Era. Il 21 ottobre 2008 veniva inaugurato il Teatro Era di Pontedera, un luogo intimamente aperto al mondo, pensato a misura di chi fa teatro, dinamico e innovativo, dove far nascere le produzioni e un ambiente di fermento culturale per il pubblico, una finestra verso l’internazionale, un punto di riferimento per il territorio, per i progetti dell’Università di Pisa, per i giovani e per la scuola. Tra le produzioni di questa stagione 2018/2019: Michele Santeramo debutta accompagnato dai cortometraggi di Vito Palmieri in “Storia d’amore e di calcio”, Leviedelfool saranno in prima nazionale con il nuovo spettacolo “Yorick – Un Amleto dal sottosuolo”, Vittorio Continelli dirige e interpreta alla Biblioteca Gronchi di Pontedera “Nel Labirinto. Discorso sul mito”; infine Roberto Bacci riprende la collaborazione con Michele Santeramo e debutta con “Svegliami”. La vocazione al teatro internazionale d’eccellenza è rappresentata da Oskaras Koršunovas che presenta “Il Gabbiano e da Andriy Zholdak, regista e light designer ucraino, vincitore di numerosi premi prestigiosi, che fa propria la tradizione e la proietta in avanti, per la prima volta in Italia con un incontro aperto sul senso dell’arte e un laboratorio.

La stagione 2018/19 

La stagione 2018/19 al Teatro Era conferma la qualità e la vivacità dell’offerta nell’ambito di un percorso che rafforza un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione. Debutta la coproduzione Compagnia Mauri Sturno, Fondazione Teatro della Toscana con “I fratelli Karamazov”, il vertice della produzione letteraria di Fëdor Dostoevskij con la regia di Matteo Tarasco e l’interpretazione di Glauco Mauri e Roberto Sturno. Altro debutto saranno “I promessi sposi alla prova”, di Giovanni Testori, con la regia Andrée Ruth Shammah e l’interpretazione di Luca Lazzareschi, Laura Marinoni e un gruppo di giovani attori, per una coproduzione Teatro Franco Parenti, Fondazione Teatro della Toscana. Tra il ventaglio di offerte degli spettacoli in stagione: “La notte poco prima delle foreste” di Bernard-Marie Koltès con Pierfrancesco Favino, per la regia di Lorenzo Gioielli, un poema per voce sola che sconta i problemi dell’identità, della moralità, dell’isolamento e dell’amore non facile; “Tango Glaciale Reloaded”, una ricostruzione del celebre spettacolo di Mario Martone del 1982; “L’Abisso”, un urgente e attuale racconto di Davide Enia; “L’uomo seme”, un inno alla vita di Sonia Bergamasco; ancora “Macbettu”, un lavoro in grado di utilizzare elementi della tradizione in modo schiettamente contemporaneo; “La Scortecata” di Emma Dante, una parabola sui rischi della vanità in un mondo basato sull’apparenza; “A Night in Kinshasa”, un racconto del noto giornalista sportivo Federico Buffa su uno degli eventi sportivi più significativi del Novecento, l’incontro di boxe tra i pesi massimi George Foreman e Muhammad Ali; infine “Bella Figura” di Yasmina Reza, con la regia di Roberto Andò, e l’interpretazione di Paolo Calabresi, Anna Ferzetti, David Sebasti e con Simona Marchini.

Altri progetti

Offrendo una multidisciplinarietà di progetti, è posta attenzione alla danza contemporanea con Virgilio Sieni che firma la coreografia di “Petruska”. A maggio il Workcenter torna a casa, con un programma ricco di eventi che offre al pubblico uno spaccato della sua attuale ricerca: due dei gruppi attivi al Workcenter – il Focused Research Team in Art as Vehicle guidato dal direttore artistico Thomas Richards, e l’Open Program coordinato dal direttore associato Mario Biagini – presentano le opere e gli eventi performativi che fanno attualmente parte del loro repertorio. Un’attenzione ai ragazzi con spettacoli in matinée, che testimoniano una sempre maggiore apertura alle richieste del territorio e con un appuntamento per le famiglie, il riallestimento di “Biancaneve”, storico spettacolo del Teatro del Carretto.

Il Teatro Era si trova in via Indipendenza, s.n.c. – 56025 Pontedera (PI)
tel: +39 (0)587 213988  mail: teatroera@teatrodellatoscana.it

 

Etichette: