Pubblicato in: News Teatro

Blue Man Group a Firenze

Mara MarchiMara Marchi 3 mesi fa
Blue Man Group a Firenze
Fonte: Foto di James Porto

Dopo il successo della scorsa stagione, arriva per la prima volta a Firenze lo show esplosivo dei “Blue Man Group”, tre curiosi artisti dalla pelle blu, che calcheranno le scene del Nelson Mandela Forum dal 28 al 31 marzo. Un popolarissimo fenomeno teatrale che da 25 anni conquista le platee di tutto il mondo, con uno spettacolo divenuto ormai un vero e proprio emblema della cosiddetta ‘performance art‘. Oltre 35 milioni di spettatori e più di 20 paesi si sono fatti travolgere dall’energia che il famosissimo trio scatena sul palco, dove a farla da padroni sono sempre la musica, il colore, l’arte e la tecnologia d’avanguardia. Novanta minuti che catturano la gioia e l’attenzione di tutti grazie all’uso di linguaggi universali nel ritmo, nello stile e nell’ironia.

Lo spettacolo

Tre uomini, chiamati Blue Man, con delle maschere in lattice blu che ne nascondono i capelli e le orecchie e che si comportano come dei mimi, capaci di utilizzare varie percussioni improvvisate e strumenti auto costruiti, riproducendo visivamente i suoni prodotti dalla band. Obiettivo delle loro performances è combattere valorosamente contro l’isolamento dell’essere umano, trasformando i teatri stessi in contenitori di benessere e luoghi di condivisione. Ne è un valido esempio la ‘Splash Zone‘, ovvero l’area delle prime file di platea dove gli spettatori ricevono in regalo dei poncho impermeabili per resistere agli scoppi di colore provenienti dal palco e, al contempo, essere protagonisti di una vera e propria opera d’arte live. Esplorando il bisogno collettivo d’interazione umana, i Blue Man sono riusciti a parlare a tante persone di tutte le età, culture e nazionalità, trasmettendo un messaggio versatile fatto di esuberanza e di festa euforica, come essenza motrice da riscoprire dentro ognuno di noi.

Curiosità

Blue Man Group nasce nella New York degli anni Ottanta, quando il mondo della cultura cominciava a dare sempre maggiore importanza alla performance art e quando Matt Goldman, Phil Stanton e Chris Wink, tre colleghi freschi di college, danno vita al personaggio Blue Man, cominciando a vestirne i panni. Nel 1991 debuttano con il loro primo show all’Astor Place Theatre, inaugurando così l’era dell’intrattenimento Off-Broadway. Da allora, Blue Man Group è diventato un collettivo di artisti, simbolo dello zeitgeist pop non solo americano, ma internazionale, uno dei talent teatrali adatto per tutte le età, e soprattutto per chi è meno abituato a comprare un biglietto!

Info su: https://www.teatroverdifirenze.it/ oppure http://www.mandelaforum.it/

Potrebbe interessarvi anche: La stagione 2018-2019 del Teatro Verdi

Etichette: