Pubblicato in: Evergreen

Dalla Cupola del Duomo o dal Piazzale Michelangelo: Firenze in un selfie

Laura SciortinoLaura Sciortino 2 settimane fa
ragazze che si fanno un selfie a Firenze
Fonte Flickr ph Alain Voiron

Prima c’erano il souvenir, la cartolina o la calamita da attaccare sul frigorifero come ricordo di un luogo in cui siamo stati, oggi è il selfie che un po’ “testimonia” i nostri viaggi. Più che il solo monumento, la piazza, o il panorama, ad essere fotografato con lo smartphone, e pronto alla condivisione sui social, siamo noi stessi con alle spalle i simboli della città, proprio come a dire: «io sono qui». Ecco allora che abbiamo provato a pensare a quattro “sfondi” nei quali fare il #selfie perfetto a Firenze.

Dall’alto: #selfie dalla Cupola del Duomo

Dovrete salire 463 scalini per arrivare in cima alla cupola costruita nel 1948 dal Brunelleschi. Oltre all’opera che potrete ammirare salendo, il vero spettacolo sarà la straordinaria vista sulla città di Firenze una volta arrivati in cima. Qui, ad oltre 130 metri di altezza, potrete immortalarvi con l’intera città alle vostre spalle da una vista davvero privilegiata.

Panoramica: #selfie dal Piazzale Michelangelo

Altro panorama imperdibile da ammirare e da immortalare è quello cui si arriva percorrendo l’alberato viale Michelangelo oppure salendo le Rampe del Poggi dal quartiere di San Niccolò. Dalla sontuosa terrazza del piazzale, infatti, potrete farvi uno scatto con in lontananza tutti i maggiori monumenti della città: La cupola, il campanile, l’Arno, gli storici ponti e addirittura le colline che incorniciano Firenze.

In versi: #selfie con Dante in piazza Santa Croce

Per i più poetici, il consiglio è quello di farsi un selfie con…Dante! Alla sinistra della facciata della basilica di santa Croce, infatti, si erge la statua del sommo poeta, realizzata nel 1865 da Enrico Pazzi. Con la prospettiva giusta, potrete davvero scattarvi una foto includendo il “ghibellin fuggiasco” che col suo sguardo, fiero ed anche un po’ superbo, sembra osservare la città che lo condannò all’esilio.

Con l’arte: #selfie con il David di piazza della Signoria

Se vi trovate in piazza della Signoria, sarà davvero dura scegliere tra le tante opere da fotografare in questo autentico museo a cielo aperto. Proprio in questa piazza però, oltre a “Ercole e Caco” del Bandinelli, il “Marzocco” in pietra serena considerato simbolo della città, la statua di Nettuno e le opere collocate sotto la loggia, si trova la copia della statua che, forse più di tutte, rappresenta la città: la copia del David di Michelangelo (l’originale infatti è collocata nella Galleria dell’Accademia). Non ci saranno dubbi: farvi una foto col David sarà davvero la prova che siete stati a Firenze!

Etichette: