Pubblicato in: Evergreen

Mercato immobiliare a Firenze: prezzi e compravendite perdono quota

News Partner 6 mesi fa
Ponte Vecchio
Firenze Weekend

A Firenze e provincia perdono quota i prezzi delle case. Forte diminuzione – parliamo di un calo a doppia cifra – per le compravendite, dato che dimostra quanto il capoluogo lombardo sia tra le città che sono ormai diventate inaccessibili a chi vuole acquistare casa.

A dirlo è l’ufficio studi di uno dei più celebri gruppi italiani in ambito immobiliare, che ha analizzato i dati dei primi sei mesi dell’anno.

Rispetto al semestre precedente, i prezzi delle case sono diminuiti dello 0,9%. Firenze è un caso a sé fra le grandi città italiane, l’unica assieme a Genova ad aver visto, nel corso del primo semestre dell’anno in corso, una riduzione dei prezzi al metro quadro delle case (il capoluogo ligure, nell’ultimo semestre, ha perso l’1%).

Prezzi delle case a Firenze: i quartieri dove sono calati di più

La percentuale sopra riportata riguarda la città in generale. Per comprendere meglio il quadro, è necessario entrare nel vivo della situazione dei vari quartieri del capoluogo toscano.

Nel corso del primo semestre 2023, sono stati riscontrati i cali di quotazione delle case maggiori nei quartieri di Novoli-Careggi e di Campo di Marte. Quando si parla di queste due zone di Firenze, è importante sottolineare il fatto che, al di là dei dati del semestre iniziale del 2023, le quotazioni immobiliari sono molto diverse.

Se si prendono come esempio gli immobili di strade del quartiere di Novoli come Via Baracca, si parla di una media al metro quadro attorno ai 3000 euro. Nel momento in cui, invece, si guarda alla situazione dei prezzi a Campo di Marte, si può andare oltre i 4000 euro.

Se si sposta lo sguardo verso la macro area di Via Mazzini-Oberdan, si possono addirittura trovare immobili a 5000 euro al metro quadro.

La situazione in provincia

Se nella zona urbana di Firenze è stato possibile notare una riduzione dei prezzi al metro quadro delle case nel primo semestre 2023, il segno meno riguarda pure la provincia, dove le quotazioni immobiliari hanno perso il 2,2%.

La frenata delle compravendite

Se, come abbiamo appena visto, i prezzi delle case a Firenze hanno visto una riduzione nel corso del primo semestre del 2023, lo stesso si può dire per le compravendite in città.

La flessione negativa è decisamente più consistente. Durante il secondo trimestre dell’anno, infatti, sono state il 12,7% in meno le compravendite immobiliari all’ombra della cupola del Brunelleschi.

Complessivamente, sono state 2541 le compravendite ufficialmente concluse in città.

Pure in questo caso, la situazione a livello provinciale è peggiore: si ha infatti a che fare con una flessione del 14,7%.

Non va meglio a Prato, dove la riduzione delle compravendite è risultata pari al 25,5% in tutto il territorio provinciale e nella zona urbana di Arezzo, dove la perdita di quota è stata pari al 25,4%.

Tornando con il focus sulla situazione di Firenze, è doveroso rammentare che la diminuzione del numero di rogiti riguarda in particolare alcune zone della città, tra cui Brozzi, Quaracchi, Rocca Tedalda, Isolotto.

Interessante è sottolineare che, in passato, questi quartieri erano molto richiesti dai potenziali acquirenti di immobili.

Il motivo della riduzione delle compravendite – che riguarda soprattutto la periferia, con qualche piccola punta anche in centro – è da ricondurre all’aumento dei tassi e, in generale, dall’incremento rilevante dei prezzi al metro quadro.

Lo scenario in questione sta portando sempre più persone a rivolgersi verso il mercato degli affitti. Nei casi in cui non si può o non si vuole rinunciare all’acquisto, si tende a cercare il massimo della qualità già in fase di consultazione degli annunci.

Se stai cercando una fonte di livello, consulta questo elenco di case in vendita Firenze. Si tratta della sezione dedicata al capoluogo toscano di Immobili Ovunque, sito che, negli ultimi anni, ha guadagnato una grandissima popolarità per il fatto di essere caratterizzato da annunci pubblicati soltanto da agenzie immobiliari.