Pubblicato in: Evergreen

I segreti sottomarini dell’Isola d’Elba: snorkeling e immersioni in un mondo subacqueo affascinante

News Partner 8 mesi fa
Isola-d-Elba-snorkeling

L’Isola d’Elba, al largo delle coste toscane, è famosa in ogni dove per le sue bellezze paesaggistiche e la sua storia legata a Napoleone. Tuttavia in pochi sanno che il vero spettacolo, i veri tesori di quest’isola, si nascondono sotto la superficie delle sue acque cristalline. Con un ricco e variegato ecosistema marino, l’Elba offre infatti un’infinità di opportunità straordinarie per chi desidera esplorare le meraviglie del mondo subacqueo. Snorkeling e immersioni sono le attività sportive per cui è principalmente apprezzata dagli appassionati, e rappresentano le porte d’accesso a un affascinante mondo sommerso dove relitti storici, tesori nascosti e una ricca biodiversità non aspettano altro che essere ammirati.

Snorkeling all’isola d’Elba: dove farlo

Per i neofiti dell’esplorazione subacquea o per chi preferisce restare in superficie, lo snorkeling da spiaggia rappresenta un’esperienza senza pari. Le acque dell’Isola d’Elba sono perfette per chi vuole ammirare la vita sottomarina indossando maschera e un boccaglio senza allontanarsi troppo dalla costa. Tra le molte spiagge più belle dell’Isola d’Elba dove fare snorkeling di questo tipo troviamo quella di Fetovaia, le cui acque poco profonde custodiscono una grande moltitudine di pesci colorati e vegetazione marina. Qui è possibile nuotare tra banchi di donzelle pavonine o pesci pagliaccio, e persino avvistare polpi curiosi che si nascondono tra le rocce mimetizzandosi perfettamente.

Un’altra destinazione ideale per lo snorkeling è la spiaggia di Sansone, con le sue acque turchesi e particolarmente limpide. Mentre si nuota da queste parti ci si può imbattere in cavallucci e stelle marine, o ancora in sardine, lecci e pesci luna. In ogni caso, tra le creature che più spesso si possono avvistare facendo snorkeling all’Elba troviamo in generale anche acciughe, scorfani, e castagnole, oltre a grandi praterie di posidonia.

Per chi cerca un’esperienza di snorkeling ancora più suggestiva, la Grotta Azzurra è poi uno di quei luoghi da non perdere. Questa grotta – visitabile tramite i tour in barca e famosa per i giochi di luce dati dai raggi del sole che si riflettono sulle pareti creando un’atmosfera da sogno – nasconde una grande biodiversità al di sotto della superficie. Per scoprirla, basta solo avventurarsi sott’acqua.

Oltre a questi siti più famosi per fare snorkeling, altre spiagge tra le più belle possono essere la Spiaggia della Bagnaia, quella di Capo Bianco, quella di Le ghiaie e quella della Padulella a Portoferraio, o ancora Capo Sant’Andrea e la Secca di Capo Fonza.

Immersioni all’isola d’Elba: alla scoperta dei segreti sommersi

Per gli amanti del mondo subacqueo nel senso più stretto del termine, le immersioni sono le attività migliori da fare. I fondali marini dell’Elba custodiscono tesori davvero preziosi, sommersi dalle acque da tantissimo tempo.

Uno dei siti di immersione più celebri è quello di Pomonte. Qui si può ammirare il relitto della nave Elviscot, affondata il 10 gennaio del 1972. Si tratta di una nave da carico lunga circa 62 metri che a quei tempi stava navigando in direzione Marsiglia. L’imbarcazione però non riuscì mai a raggiungere la destinazione in quanto, all’altezza di Pomonte, andò a sbattere contro lo scoglio dell’Ogliera affondando completamente dopo alcuni giorni. I resti di questa nave si trovano oggi a circa 12 metri di profondità, facendola diventare il relitto tra i più visitati in Italia dai sub più esperti.

Oltre all’Elviscot, i fondali dell’Elba custodiscono anche altri relitti come per esempio:

  • Relitto Bettolina, a circa un miglio ad est dello Scoglietto di Portoferraio;
  • Relitto dei Dolia, una nave romana risalente al 50 a.C. a 64 metri di profondità, non lontano dal porto di Marciana Marina;
  • Relitto FR70, una nave francese affondata all’Isola d’Elba nel 1943, a 75 metri di profondità;
  • Relitto Santa Rita, nave mercantile affondata nel 1946 a seguito dell’urto con una mina.

L’Isola d’Elba è quindi molto più di una destinazione turistica da vivere in modo superficiale. È un luogo dove i segreti sottomarini si svelano solo a coloro che osano immergersi nelle sue profondità. Siano snorkeler e subacquei esperti o neofiti, gli esploratori che si avventurano nelle acque dell’Isola d’Elba troveranno sempre qualcosa di nuovo da ammirare, da studiare e da portarsi nel cuore una volta ritornati sulla terraferma.

Non perderti un evento a Firenze!

Ricevi solo eventi utili grazie alla nostra Newsletter

Aggiungiti alla community!