Pubblicato in: Cinema

Lucca Film Festival & Europa Cinema

Benedetta ColasantiBenedetta Colasanti 3 settimane fa
Martin Freeman - fonte: Google

Supportato dall’Ente ACSI Settore Cultura e Spettacolo per il secondo anno consecutivo, Lucca Film Festival & Europa Cinema sta per inaugurare l’edizione 2018, in programma dall’8 al 15 aprile tra le mura di Lucca. I luoghi del Festival sono il Cinema Astra e il Cinema Centrale, il Teatro del Giglio, il Palazzo Ducale, la Fondazione Ragghianti e la città marittima di Viareggio. Si tratta di un Festival internazionale che vuole vivere il cinema in maniera nuova, arricchendo la fruizione tradizionale in sala con percorsi itineranti atti a stimolare la curiosità di tutti, dai cinefili ai profani. Mostre, proiezioni, incontri col pubblico, premi alla carriera e importanti ospiti internazionali come Martin Freeman, Anton Corbijn, Rupert Everett, Stephen Frears, Sabina Guzzanti e Laura Morante.

Gli ospiti

-> Il Red Carpet inizia il 9 aprile con Martin Freeman, attore che vanta di vent’anni di successi sul grande e sul piccolo schermo e in ruoli memorabili come quello di Bolbo Baggins dell’adattamento cinematografico del romanzo fantasy di J.R.R. Tolkien “Lo Hobbit”, il dottor Watson nella serie tv “Sherlock”, Lester Nygaard in “Fargo” e Tim Canterbury nella seria “The Office”. Attualmente è impegnato al cinema con “Black Panther”. Al Lucca Film Festival riceverà il premio alla carriera e presenterà in anteprima italiana il suo ultimo lavoro, “Ghost Stories”, diretto da Jeremy Dyson e Andy Nyman a partire dall’omonima opera teatrale e in cui Freeman indossa i panni di Mike Priddle. Dopo la proiezione il noto attore incontrerà i fans.

-> Il 10 aprile è la volta di Anton Corbijn, produttore di oltre sessanta videoclip musicali tra i cui protagonisti spiccano i Joy Division, Tom Waits, gli U2, i Nirvana, i Depeche Mode. Il fotografo e regista olandese racconterà al pubblico di Lucca Film Festival la sua lunga carriera in una masterclass dedicata all’intimo rapporto tra cinema e musica; saranno presenti anche Mimmo D’Alessandro, Enrico Stefanelli e Alessandro Romanini. Prima della masterclass sarà proiettato “Control”, il film biografico su Ian Curtis (leader dei Joy Division) diretto da Corbijn e premiato a Cannes nel 2007.

-> Il 12 aprile è la data della prima proiezione italiana di “The Happy Prince. L’ultimo ritratto di Oscar Wilde”, alla presenza dell’autore Rupert Everett. È la storia degli ultimi giorni di Oscar Wilde di cui Everett è anche interprete, affiancato da Colin Firth e Emily Watson. “The Happy Prince” è il punto di arrivo di una fortunata carriera in cui cinema, letteratura, fumetto, televisione e teatro confluiscono.

-> Un altro premio alla carriera sarà conferito a Stephen Frears, regista britannico nominato agli Oscar per due volte. Nel giorni del 13 e del 14 aprile Frears incontrerà il pubblico e gli studenti in una masterclass di storia del cinema; con un viaggio a ritroso, il direttore cinematografico ripercorrerà le tappe del suo percorso artistico, riproponendo opere indimenticabili e lavori meno noti, dall’esordio “Sequestro pericoloso” (1972) al recentissimo “Vittoria e Abdul” (2017) passando per “Vendetta” (1984), “Le relazioni pericolose” (1988), “Rischiose abitudini” (1990), “Alta fedeltà” (2000) e “Florence” (2016).

-> Ricordiamo anche l’importante presenza delle attrici Sabina Guzzanti e Laura Morante, ospiti d’onore in un focus sul cinema femminile organizzato da Silvia Bizio, giornalista e componente storica del Festival. Gli argomenti intorno al tema della donna sono molteplici: scontri generazionali, internazionali, religiosi e politici, attualità, rapporto tra madri e figlie, problemi col lavoro e infine, ma non per ultime, le violenze di genere. Nell’incontro col pubblico intitolato “Donne che spezzano le barriere” interverranno attrici e operatrici del settore.

Concorso Internazionale Lungometraggi

-> Al Lucca Film Festival & Europa Cinema è in programma anche la terza edizione del Concorso Internazionale di Lungometraggi. Sono in gara quattordici film selezionati da Federico Salvetti, Stefano Giorgi e Nicolas Condemi per qualità e varietà dei temi trattati che coprono una vasta gamma di argomenti e superano i confini italiani ed europei. Le opere in concorso saranno proiettate in anteprima italiana e competeranno per il premio di Miglior film (per un valore di tremila euro al regista), assegnato dalla giuria composta da Daniele Gaglianone, Irene Dionisio e Paola Randi, per il premio Miglior lungometraggio – giuria universitaria e per la Menzione d’onore della giuria popolare. Ecco i titoli in concorso: “Southern Belle” di Nicolas Peduzzi (Francia, 2017), “The Marriage” di Blerta Zeqiri (Kosovo, 2017), “Cocote” di Nelson Carlo de Los Santos Arias (Repubblica Domenicana, Argentina, Germania, QUatar, 2017), “All you can eat Buddah” di Ian Lagarde (Canada, 2017), “Gutland” di Govinda Van Maele (Germania, 2017), “Funny Story” di Michael Gallagher (Stati Uniti, 2018), “The girl’s spring” di Gu Wei (Cine, 2018), “Birds without feathers” di Wendy McColm (Stati Uniti, 2018), “Cannibal Club” di Guto Parente (Brasile, 2018), “Peter’s Odyssey” di Alex Kuzmin-Tarasov e Anna Kolchina (Russia, 2018), “Fotbal Infinit” di Corneliu Porumboiu (Romania, 2018), “River’s edge” di Isao Yukisada (Giappone, 2018), “Driver” di Yehonatan Indursky (Israele, Francia, 2017) e “The Queen of Fear” di Valeria Bertuccelli e Fabiana Tiscornia.

-> Saranno presentati in anteprima anche film fuori concorso, oltre ai già citati “Ghost Stories” e “The Happy Prince”, “Isle of Dogs” di Wes Anderson, “Lucky” di John Carrol Lynch, “Storie di altromare” di Lorenzo Garzella e “Papa Francesco” di Claudio Rossi Massimi.

Concorso Internazionale Cortometraggi

È una delle più importanti vetrine europee per il cortometraggio e per il cinema sperimentale e di ricerca. Il regista vincitore riceverà un premio di 500 euro e sarà premiato anche il miglior cortometraggio decretato dalla giuria universitaria. Le ventidue opere selezionate saranno presentate a Viareggio. Tra la giuria di esperti il regista Luca Ferri, la visual artist e disegnatrice Laurina Paperina e la regista e curatrice del 2Annas Riga International Film Festival Astra Zoldn.

Effetto Cinema Notte

L’evento più atteso a Lucca Film Festival & Europa Cinema è Effetto Cinema Notte: sabato 14 aprile la città si trasforma in un enorme set cinematografico, diviso in cinque aree tematiche. Quaranta locali del centro apriranno i propri interni a scenografi e performer in azione. È un omaggio ai protagonisti del cinema mondiale, alle star, cui parteciperanno esperti e cittadini.

Lucca Film Festival per le scuole

Una sezione del Festival è dedicata alle scuole di ogni ordine e grado, a cui si offrono lezioni frontali e proiezioni: “La storia dimenticata di Camp Monticello”, “Pertini il combattente”, “Alla ricerca delle radici del male”, “Non ne parliamo di questa guerra”, “Una voce in prestito 2015” e “Robert Doisneau – La lente delle meraviglie”.

I film d’arte

Il Festival prosegue dal 19 al 22 aprile con un ciclo di proiezioni che daranno la possibilità di conoscere tutti i film d’arte prodotti da Sky con Magnitudo Film. Si tratta di una rassegna cinematografica promossa da Fondazione Cassa di Risparmio in collaborazione con il Lucca Film Festival & Europa Cinema e la Fondazione Ragghianti. Nel complesso monumentale di San Micheletto sarà proiettato “Caravaggio – L’Anima e il Sangue”, uscito al cinema lo scorso febbraio con grandissimo successo; il film sarà introdotto da Cosetta Lagani, Responsabile e Direttore Artistico Cinema d’Arte Sky, dal regista Jesus Garces Lambert e dalla sceneggiatrice Laura Allievi. Durante le giornate successive le proiezioni proseguiranno nell’adiacente San Franceschetto con “Musei Vaticani – Tra cielo e terra, San Pietro e le Basiliche Papali a Roma” (20 aprile), “Firenze e gli Uffizi. Viaggio nel cuore del Rinascimento” (21 aprile) e “Raffaello – Il Principe delle Arti” (22 aprile).

Le mostre

-> Luchino Visconti. Alla ricerca del tempo perduto. Storia di un film mai realizzato, presso il Palazzo Ducale di Lucca, dal 17 marzo al 21 aprile. Prodotta dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e a cura di Alessandro Romanini e Francesco Frigeri. Gli studenti dei corsi di scenografia e costume hanno unito le proprie forze e competenze per proporre oltre quaranta progetti scenici, bozzetti di costumi e documenti. Lo scopo è quello di raccontare il sogno di Visconti: tradurre sul grande schermo l’opera di Proust “À la recherche du temps perdu”, progetto colossale a cui il regista dovette rinunciare per mancanza di fondi.

-> CINEMA D’ARTE – DIALOGO INEDITO. Dietro le quinte delle produzioni artistiche Sky, nelle sale del “mezzanino” della Fondazione Ragghianti dal 23 marzo al 23 aprile. Curata da Sky in collaborazione con Alessandro Romanini, è una mostra fotografica che mostra set, attori, tecnici, direttori della fotografia, studi di Cinecittà, costruzioni scenografiche e realizzazioni di costumi, processi legati alle nuove tecnologie. Saranno esposti anche scatti relativi alle opere di Michelangelo, di Caravaggio e di Raffaello dei Musei Vaticani, insieme alle suggestive immagini delle basiliche romane e delle Gallerie degli Uffizi di Firenze.

Immagini che suonano bene

Progetto realizzato in collaborazione con Lucca Summer Festival, Immagini che suonano bene vuole evidenziare la relazione tra cinema e musica, già rappresentata dall’ospite Anton Corbijn. Tra i protagonisti dei filmati proiettati, Marianne Faithfull, Andy Warhol, i Velvet Underground, Michel Houllebeq e Iggy Pop.

Prezzi e contatti

-> Abbonamento completo: 35 euro (30 per soci ACSI)

-> Ticket giornaliero: 12 euro (10 per soci ACSI)

-> Evento singolo: 7 euro (5 per soci ACSI)

Per ulteriori informazioni: www.luccafilmfestival.it – segreteria@luccafilmfestival.it.

Per ACSI Lucca: Daniela Giacometti (Resp.le Cultura), Giulia Pescini (Resp.le Danza e Spettacolo), Veio Torcigliani (Resp.le Teatro), Roberto Romani (Resp.le Musical).

 

Etichette: