Pubblicato in: Evergreen

Arte e shopping: cosa fare a Firenze in mezza giornata

Duomo-Colasanti
Fonte: Benedetta Colasanti

Firenze città d’arte. Soprattutto negli ultimi anni, da quando l’offerta culturale si è notevolmente ampliata con l’apertura di spazi dedicati al contemporaneo, di nuovi musei e di percorsi alla riscoperta della Florentia romana.

Ma se siete in città solo per mezza giornata , cosa potete visitare a Firenze? Magari concedendovi anche del tempo per un po’ di shopping? Ecco i nostri consigli per voi in quattro tappe.

Firenze in mezza giornata: Santa Maria Novella

Partenza: piazza della Stazione di Santa Maria Novella. Arrivare in centro a Firenze, si sa, è un bel problema, tra traffico e lavori in corso. Meglio optare per i treni metropolitani o per la tranvia, e se proprio non volete rinunciare alla macchina, potrete utilizzare l’ampio parcheggio sotterraneo.

nell’uno e nell’altro caso vi troverete in una piazza dove antico e moderno convivono. Da un parte l’edificio costruito nel 1935 da Giovanni Michelucci, dall’altra la limpida architettura della chiesa domenicana di Santa Maria Novella, una delle più belle di Firenze. Al suo interno (raggiungibile da via degli Avelli) si conservano numerosi capolavori tra cui i crocifissi di Giotto e Brunelleschi, la Trinità di Masaccio con il suo rivoluzionario uso della prospettiva, gli affreschi di Domenico Ghirlandaio e Filippino Lippi.

Fonte: Pixabay

Firenze in mezza giornata: tappa numero 2

Proseguendo per via dei Fossi si possono vedere le vetrine di famosi negozi di antiquariato, sino ad arrivare sul Lungarno con i suoi edifici storici. Tra questi Palazzo Corsini, raro esempio di architettura barocca a Firenze e oggi sede di importanti eventi culturali. Superato ponte Santa Trinita, progettato da Bartolomeo Ammannati nel 1567, troviamo alla nostra sinistra via dei Tornabuoni, centro dello shopping di lusso e delle grandi marche di abbigliamento. Qui si trova anche la chiesa di Santa Trinita con gli affreschi di Lorenzo Monaco e Domenico Ghirlandaio.

Firenze in mezza giornata: tappa numero 3

Ritornati sul Lungarno si può proseguire sino a raggiungere uno dei simboli di Firenze: Ponte Vecchio con le sue botteghe di orafi. Da qua si può agevolmente arrivare in piazza della Signoria, altro simbolo della città. D’obbligo una sosta nello storico locale di Revoire, cioccolateria inaugurata nel 1872 e oggi celebre per i suoi cocktail e la raffinata pasticceria. Consigliamo di sorseggiare un caffè con vista su Palazzo Vecchio.

Pixabay palazzo vecchio-min
Fonte: Pixabay

Firenze in mezza giornata: tappa numero 4

Dopo aver ammirato le vetrine di via Calzaioli e la facciata decorata della chiesa di Orsanmichele, il nostro itinerario si conclude in piazza Duomo, dominata dalle geometrie regolari del battistero di San Giovanni, dall’elegante campanile di Giotto e dalla cattedrale di Santa Maria del Fiore, tra le più grandi chiese del mondo dopo San Pietro in Vaticano e Sant Paul a Londra.

Se avete più tempo a disposizione:

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Cosa vedere a Firenze in tre giorni

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Infine, qualche dritta sui luoghi da visitare gratis:

Giardini, case museo e tour: Firenze da scoprire a costo zero

Etichette: