Pubblicato in: Evergreen

Firenze e dintorni: patrimoni da scoprire fuori città

Mara MarchiMara Marchi 8 mesi fa
Panorama di firenze e dintorni

Firenze è ricca di luoghi che sanno di tempi passati, dalla celebre Galleria Degli Uffizi al Museo del Bargello, dal Duomo al Battistero, e non si può certo dimenticare l’elegante Piazza della Signoria e la sua passeggiata fino al frequentatissimo Ponte Vecchio. Vogliamo svelarvi, però, oltre allo splendore dei luoghi noti, dei veri e propri tesori più nascosti e dislocati a pochi chilometri dalla città. Cosa vedere vicino a Firenze? Ve lo raccontiamo qui.

Cosa vedere vicino a Firenze: Villa Medicea di Poggio a Caiano

Posta tra Firenze, Prato e Pistoia, questa villa venne commissionata direttamente da Lorenzo Il Magnifico, su progetto di Giuliano da Sangallo alle pendici del monte Albano, in una bellissima posizione all’interno di una vasta proprietà agricola. Dichiarato dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità nel 2013, l’edificio, alto su un portico, nonchè aperto su ogni lato verso il giardino e il paesaggio circostante, rispecchia le tendenze umanistiche dell’architettura ispirata all’antico. La costruzione, iniziata intorno al 1485, rimase interrotta alla morte di Lorenzo avvenuta nel 1492. I lavori ripresero poi per volontà del papa Leone X, figlio di Lorenzo, e vennero completati nella seconda metà del Cinquecento. Il salone, detto appunto di Leone X, è splendidamente decorato con affreschi allegorici, celebrativi della famiglia Medici, eseguiti da Andrea del Sarto, Pontormo, Franciabigio e Alessandro Allori. Degno di nota, al secondo piano della villa, dal giugno 2007 è possibile visitare il Museo della Natura Morta, nel quale sono esposti circa 200 dipinti provenienti dalle collezioni medicee.

Info e orari su: www.polomusealetoscana.beniculturali.it

Cosa vedere vicino a Firenze: Fiesole

A una decina di chilometri da Firenze si trova Fiesole, un bellissimo paesino etrusco che rappresenta una meta ideale per una gita fuori porta, situato su un doppio colle che sovrasta le valli dell’Arno e del Mugnone e che gode di un pittoresco panorama. Girovagando per il piccolo centro storico è facile perdersi tra vetrine e ristoranti, botteghe artigiane ed enoteche. Sempre in zona, verso la piazza principale, si incrocia via Portigiani, che porta all’ingresso del Museo civico ed archeologico del luogo. Questo sito conserva i resti materiali della lunga storia fiesolana, raccontando ai suoi visitatori le varie culture che si sono susseguite, da quella villanoviana agli Etruschi, dai Romani ai Longobardi. E’ possibile accedere al museo grazie a un percorso articolato su più livelli; inoltre si può visitare l’area archeologica delimitata a nord dalle mura etrusche, dove i Romani costruirono un altro tempio ed arricchirono l’area con il teatro e le terme. Presso la zona sacra del tempio è la necropoli longobarda a testimoniare il successivo utilizzo dell’area.

Fonte: pagina Fb Estate fiesolana

Info e orari su: www.museidifiesole.it

Cosa vedere vicino a Firenze: Villa Peyron

Sempre sulle colline di Fiesole, allontanandosi dal centro urbano per circa 3 km sulla strada provinciale 55, si incontra un altro posto fuori dal tempo, il Complesso di Villa Peyron al Bosco di Fontelucente. Con il suo giardino formale, l’ampio parco, i boschi e gli oliveti intorno, si trova in un punto panoramico strategico da cui è possibile godere di una bellissima vista su Firenze e sul Castel di Poggio. La Villa fu costruita presumibilmente su rovine di epoca etrusca e, nei secoli, ebbe rifacimenti e trasformazioni finché non ha assunto l’aspetto attuale per opera dell’architetto Ugo Giovanozzi, mentre il Giardino è articolato su più terrazzamenti degradanti verso Firenze, sistemati con parterre di bosso lungo l’asse sud della Villa. Situato in un ambiente naturalistico sottoposto col tempo alla mano dell’uomo, il Giardino formale e l’ampio Parco di Villa Peyron al Bosco di Fontelucente costituiscono un’oasi di sogno e di pace, che ospita spesso mostre ed eventi, nonché convegni e momenti artistici (musica e teatro), sfruttando l’esteso spazio da poco recuperato al di sotto della grande terrazza adibita a luogo polivalente.

Fonte: pagina Fb di Villa Peyron

Info e orari su: www.bardinipeyron.it

Cosa vedere vicino a Firenze: Villa La Petraia

Cambiando direzione e superando la zona di Firenze Castello, si arriva in via della Petraia, dove ad attenderci troviamo Villa La Petraia, una delle ville medicee toscane più affascinanti, sia per la felice collocazione nel paesaggio, per l’eccellenza delle decorazioni pittoriche e per la rigogliosa natura del parco che la circonda. Nel 2013 è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’Umanità, è la tipica residenza suburbana, rifugio per i granduchi della famiglia Medici dalle fatiche della città, un antico edificio fortificato di cui resta ancora la grande torre, il bellissimo giardino e le terrazze. Degno di nota anche il cortile della villa, coperto nell’Ottocento e decorato con affreschi del Volterrano e di Cosimo Daddi. La famosa scultura bronzea del Giambologna, raffigurante Venere-Fiorenza, che completava l’omonima fontana posta anticamente nel giardino della villa di Castello, è ora collocata all’interno per garantirne la conservazione.

Info e orari su: www.polomusealetoscana.beniculturali.it

Cosa vedere vicino a Firenze: il Parco Enzo Pazzagli

Infine, è d’obbligo terminare il giro di una Firenze antica e nondimeno artistica, in uno spazio contornato dal verde e dal fruscio dell’Arno. Collocato vicino all’uscita per l’Autostrada A1 Firenze Sud, in via S. Andrea a Rovezzano, il Parco Enzo Pazzagli offre un’area di ben 23900 metri quadrati e più di 200 opere d’arte, che rendono la visita di questo luogo un’indimenticabile esperienza. Il parco è in una posizione ottimale grazie al bellissimo panorama circostante formato da quelle colline che i Medici prediligevano per le loro ville, e la vicinanza al centro di Firenze lo rende una vetrina di grande interesse per l’arte contemporanea. Vi sono collocate 150 opere di varie dimensioni visibili anche di notte grazie ad un accurato sistema di illuminazione. Inoltre, vengono allestite mostre temporanee di artisti internazionali ed organizzate periodicamente svariate manifestazioni artistiche, sportive, botaniche e culturali.

Fonte: sito web del Parco Enzo Pazzagli

Info e orari su: www.pazzagli.com

Cosa vedere vicino a Firenze: il Parco di Pratolino

Percorrendo la strada provinciale 54, invece, a circa una decina di chilometri da Firenze, si incontra la verde area del Parco di Pratolino, considerato con i suoi prati, boschi e laghetti uno dei parchi più grandi della Toscana e dal 2013 riconosciuto Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Noto spesso con il nome di Villa Demidoff, questo parco ha una storia molto curiosa che lo ha portato inizialmente a essere modello per i giardini europei del manierismo, per poi essere trasformato nel paesaggio più moderno dell’inizio dell’Ottocento, senza perdere il suo fascino nostalgico del complesso straordinario perduto. Vanta alberi secolari, tra cui querce, farnie, cedri e ippocastani, e sono oltre 60 le specie arboree ed arbustive.

Info su: www.cittametropolitana.fi.it/parco-mediceo-di-pratolino/

E per sapere cosa visitare a Firenze in mezza giornata, in uno o in tre giorni segui i nostri consigli!

Ecco il nostro articolo su cosa visitare a Firenze in un giorno!

Ecco il nostro articolo su cosa visitare a Firenze in mezza giornata!

Ecco il nostro articolo su cosa visitare a Firenze in tre giorni!

Inoltre, qualche dritta sui luoghi da visitare gratis:

Giardini, case museo e tour: Firenze da scoprire a costo zero

 

Etichette: