Pubblicato in: Evergreen

Viaggio a Firenze: cosa vedere in tre giorni

Firenze-Unsplash_mike-enerio
Fonte: Unsplach-Mike Enerio

Avete tre giorni liberi e volete visitare una città d’arte? Firenze potrebbe essere un’ottima scelta per diversi motivi, come la possibilità di visitare la città semplicemente a piedi, aspetto da non tralasciare per chi vuole anche rilassarsi senza preoccuparsi degli spostamenti. In questo itinerario vi raccontiamo cosa vedere a Firenze in tre giorni per non perdere il meglio della città!

Firenze in tre giorni: Primo giorno

Il primo giorno è dedicato al centro storico, partendo dalla stazione di S.M.N.

Piazza S.M.N e la Basilica di Santa Maria Novella: all’interno della struttura sono conservate opere di grandi artisti, come Giotto e il Vasari. Oltre alla Basilica, con un unico biglietto potrete ammirare anche le cappelle, la Sagrestia, il cimitero e ai chiostri.

Per informazioni su orari e biglietti, visitate il sito ufficiale www.smn.it.

Basilica di S.M.N – Mercato di San Lorenzo: camminando verso via Sant’Antonino, a pochi metri, troverete il Mercato di San Lorenzo. Conosciuto anche come Mercato Centrale, è un ottimo luogo dove poter fare la spesa: dal cibo all’abbigliamento, senza tralasciare il fatto che ci sono numerose idee per un souvenir. L’edificio è aperto dalle ore 8.00 alle 14.00, mentre la parte superiore dedicata a ristoranti, street food, bar, birrerie ed enoteche è aperta fino alle ore 24.00, con ingresso gratuito.

Mercato di San Lorenzo- Galleria dell’Accademia: proseguendo per via Taddea e poi via Guelfa, arriverete alla Galleria dell’Accademia, in cui sono conservate numerose collezioni, nonché una delle principali opere dello scultore Michelangelo Buonarroti: il David. Per gli amanti della musica, invece, sarà interessante ammirare la collezione del Conservatorio “Luigi Cherubini”.

Il biglietto è acquistabile sul sito ufficiale: www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it

Galleria dell’Accademia-Palazzo Medici Riccardi: attraversando piazza delle Belle Arti e prendendo via Cavour, a poco più di 200m, arriverete a Palazzo Medici Riccardi. Simbolo di sobrietà e potere, oggi è la sede del Consiglio metropolitano.

Con un unico biglietto è possibile visitare la Cappella dei Magi, le sale del primo piano, i cortili, il giardino e le diverse esposizioni.

Info su www.palazzo-medici.it.

Palazzo Medici Riccardi- Basilica di San Lorenzo: tramite via De’ Ginori si arriva alla Basilica di San Lorenzo e alle Cappelle Medicee, in cui sono stati sepolti la maggior parte dei membri della famiglia Medici, tra cui il Magnifico e l’artista Donatello. Ospita le sculture del Buonarroti per le tombe di Lorenzo e Giuliano e la Biblioteca Laurenziana, aperta al pubblico.

Con un unico biglietto è inclusa la visita della Basilica e delle Cappelle Medicee, della Sagrestia Vecchia e del Museo del Tesoro.

Info sul sito: www.basilicasanlorenzofirenze.com.

Basilica di San Lorenzo- piazza del Duomo: attraversando Borgo San Lorenzo, arriverete in piazza Duomo, sede dei tre edifici cardine della città: la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni.

Prenotando on line per evitare la lunga fila, vi consigliamo vivamente di visitare la Cupola del Brunelleschi, non compresa nel costo del biglietto.

Info su www.ilgrandemuseodelduomo.it

Piazza Duomo-Galleria degli Uffizi: terminerete il tour facendo visita alla Galleria degli Uffizi tramite via Calimala. La Galleria è la casa di importanti opere d’arte, tra cui la “Venere” di Botticelli e la copia della famosa opera marmorea “Laocoonte”. La visita interna agli Uffizi dura minimo 4 ore, per cui si consiglia solo una passeggiata dall’esterno, sotto i portici, oppure di decidere di dedicare il secondo o terzo giorno solo alla Galleria (vedi i nostri consigli sulle 10 opere da non perdere agli Uffizi).

Per la prenotazione e altre info, il sito è: www.uffizi.it

Fonte: Pixabay

Firenze in tre giorni: Secondo giorno

Gran parte del secondo giorno potrete dedicarlo all’Oltrarno, la parte della città oltre Ponte Vecchio, iniziando l’itinerario da Palazzo Vecchio fino a piazzale Michelangelo.

Palazzo Vecchio: piazza della Signoria è dominata da uno dei palazzi più importanti della città, Palazzo Vecchio. Sede del potere civile, ospita numerose opere celebrative della famiglia medicea, come il “Genio della Vittoria” di Michelangelo e le pitture del Bronzino.

La struttura propone diverse soluzioni per quanto riguarda il costo del biglietto e di quello che può includere, vi invitiamo pertanto a visitare il sito ufficiale www.museicivicifiorentini.comune.fi.it

Palazzo Vecchio-Mercato del Porcellino: tramite piazza della Signoria e via Vacchereccia, a pochi metri, potrete far visita ad un altro importante mercato di Firenze: il Mercato del Porcellino, nome popolare del Mercato Nuovo.

Aperto dalle 9.00 alle 18.30, è il fulcro di pelletteria e souvenir.

Mercato del Porcellino- Basilica di Santo Spirito: attraversando il Ponte Vecchio e Borgo S. Jacopo, arriverete alla Basilica di Santo Spirito. L’ultimo progetto del Brunelleschi, ma non portato a termine, è il risultato di più “mani” creative: da Antonio Manetti a Baccio d’Agnolo.

Info su orari di apertura: www.basilicasantospirito.it.

Basilica di Santo Spirito- Palazzo Pitti: percorrendo via de’ Michelozzi e Sdrucciolo de’ Pitti, si raggiunge un altro edificio simbolo di Firenze: Palazzo Pitti. Il palazzo è la sede di quattro musei, tutti visitabili con un unico biglietto: la Galleria Palatina, la Galleria d’Arte Moderna, il Tesoro dei Granduchi e il Museo della Moda e del Costume.

Oltre ai musei, il palazzo è famoso anche per il grande giardino di Boboli, non compreso nel costo del biglietto.

Ulteriori info sul sito: www.uffizi.it.

Palazzo Pitti- Abbazia di San Miniato al Monte: camminando lungo via de’ Bardi e attraversando piazzale Michelangelo, raggiungerete uno dei luoghi più suggestivi della città: l’Abbazia di S. Miniato. Il luogo vi offre un suggestivo e pittoresco panorama del capoluogo toscano, da poter conservare con qualche bella foto ricordo.

Vi indichiamo il sito per info sui giorni di apertura: www.sanminiatoalmonte.it

Fonte: Pixabay

Firenze in tre giorni: Terzo giorno

Siamo giunti all’ultimo giorno, che potrete dedicare alla visita degli altri numerosi musei della città, o magari, visitare le case degli artisti.

Ecco a voi alcuni indirizzi.

Iniziamo dalla casa di una delle più grandi menti fiorentine: Dante Alighieri. La casa di Dante è in via Margherita, al n.1, visitabile dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 17.00. Il costo del biglietto è di €4 (intero) e 2€ (ridotto).

In via Ghibellina al n. 70 si trova, invece, la casa del grande artista, apprezzato soprattutto per le sue sculture, Michelangelo Buonarroti. La casa/museo è visitabile tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 10.00 alle ore 16.00 (dal 1°novmbre al 28 marzo) e dalle ore 10.00 alle ore 17.00 (dal 28 marzo al 31 ottobre).

Piazza San Felice 8 è l’indirizzo di casa Guidi, in cui vissero tra il 1847 ed il 1861 la poetessa inglese Elizabeth Barrett Browning e Robert Browning. La casa è visitabile il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

Infine, potrete percorrere l’intera via degli Artisti, dal piazzale Donatello a piazza Vasari. In questa strada, tra il 1865 e il 1871, risiedettero numerosi pittori, scultori, ceramografi. Gli edifici si riconoscono dalle finestrature ampie, volute in particolar modo dai pittori per il loro lavoro.

E se invece siete in città solo per un giro veloce e volete scoprire cosa non perdere assolutamente a Firenze?

Ecco il nostro articolo su cosa visitare a Firenze in un giorno!

Ecco il nostro articolo su cosa visitare a Firenze in mezza giornata!

Se avete più giorni a disposizione vi consigliamo di visitare altri luoghi “fuori porta”!

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Infine, qualche dritta sui luoghi da visitare gratis:

Giardini, case museo e tour: Firenze da scoprire a costo zero

Etichette: