Pubblicato in: Mostre

Islam, Koening, Mattiacci: le mostre da non perdere a Firenze a giugno

Paarungsspiele, Zwei Kentauren di Fritz Koenig
Fritz Koenig, Paarungsspiele, Zwei Kentauren, 1986, Oro, Fondazione Fritz e Maria Koenig

Tante le nuove mostre a Firenze a giugno. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Per gli amanti dell’arte contemporanea due grandi eventi: la personale di Eliseo Mattiacci a Forte Belvedere e la retrospettiva su Fritz Koenig a agli Uffizi e al Giardino di Boboli. Se preferite la fotografia, non potete perdere gli scatti di Steve McCurry esposti a Villa Bardini, ma neanche quelli di Maurizio Galimberti a Palazzo Coveri.

E ancora. I rapporti tra Firenze e l’Islam dal Cinque al Novecento, l’arte di cavalcare nell’antichità e tanto tanto altro. Vediamo allora cosa propone il nostro #spiegonemostre di questo mese.

Mostra agli Uffizi e al Bargello

Riserverà sicuramente grandi sorprese e curiosità la mostra che aprirà i battenti il 22 giugno 2018: Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento.

Una ghiotta opportunità per approfondire i rapporti storici e artistici tra la nostra città e il Medio  Oriente e un’occasione in più per visitare gli Uffizi e i suoi imperdibili capolavori.

Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento

Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi e Museo del Bargello

Dal 22 giugno

Per maggiori informazioni: www.uffizi.it

Mostra al Giardino di Boboli

Altra inaugurazione e altra splendida occasione quella che offre la mostra A cavallo del tempo. L’arte di cavalcare dall’Antichità al Medioevo. Verrà inaugurata il 26 giugno alla Limonaia del Giardino di Boboli e svelerà al visitatore i segreti di un’arte antichissima.

Il legame tra l’uomo e il cavallo può essere fatto risalire alla preistoria ed è durato a lungo. Se ne trovano tracce nella mitologia, nella vita quotidiana, nello sport, nell’attività militare, nell’ambito funerario e rituale. Non solo. Il cavallo rappresenta per l’uomo un amico, ma anche un segno di prestigio sociale e un simbolo di potere politico.

A cavallo del tempo. L’arte di cavalcare dall’Antichità al Medioevo

Limonaia del Giardino di Boboli

26 giugno – 14 ottobre 2018

Per maggiori informazioni: www.uffizi.it

Retrospettiva agli Uffizi e al Giardino di Boboli

Forme e figure geiometriche per la retrospettiva che Firenze dedica a Fritz Koening (Würzburg, 20 giugno 1924 – Landshut, 22 febbraio 2017). L’artista tedesco recentemente scomparso è noto soprattutto per la celebre Sfera posta nella piazza tra le due Torri Gemelle del World Trade Center di Manhattan in memoria delle vittime degli attacchi dell’11 settembre 2001.

Dal 21 giugno le sue opere potranno essere ammirate sia alla Galleria delle statue e delle pitture degli Uffizi che al Giardino di Boboli grazie alla restrospetiva  curata da Alexander Rudigier, Eike D. Schimdt e Stefanje Weinmayr.

Fritz Koening. Retrospettiva

Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi e Giardino di Boboli

21 giugno – 7 ottobre 2018

Per maggiori informazioni: www.uffizi.it

Mostra al Forte Belvedere

L’annuale appuntamento estivo con l’arte al Forte Belvedere sarà dedicato quest’anno a Eliseo Mattiacci, uno dei grandi protagonisti dell’arte contemporanea, pioniere dell’avanguardia italiana della fine degli anni Sessanta e artefice di interessanti sperimentazioni nelle relazioni spaziali e concettuali tra arte e natura, tra uomo e ambiente.

Dal 2 giugno l’esterno del Forte e gli spazi della Palazzina ospiteranno venti sculture e un’ottantina di disegni, testimonianza dell’attività grafica di Mattiacci in genere trascurata e per questo meno nota.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 11.00 alle 20.00, al costo di 3 euro (2 euro il ridotto).

Non solo. In occasione della mostra, il Museo Novecento presenterà in anteprima la scultura Per Cornelia (1985) e il grande disegno Occhio del cielo (2005), a sancire una correlazione scientifica e progettuale tra gli spazi della Fortezza di San Giorgio e quelli all’interno delle Ex Leopoldine.

GONG. Eliseo Mattiacci al Forte di Belvedere

Forte Belvedere

Dal 2 giugno 2018

Per maggiori informazioni: musefirenze.it/mostre/eliseomattiacci

Mostra a Villa Bardini

Tra gli eventi dell’estate l’ampia retrospettiva che verrà inaugurata il 15 giugno a Villa Bardini dedicata a un indiscusso maestro della fotografia contemporanea: Steve McCurry.

Saranno proposti oltre un centinaio dei suoi straordinari scatti, che dimostrano il suo particolarissimo sguardo sul mondo. Uno sguardo che da oltre quarant’anni è un punto di riferimento per il pubblico, che ammira i suoi ritratti e le sue immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, di stupore e di ironia.

La mostra è aperta dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.00) e sono previste visite guidate gratuite tutti i sabati e tutte le domeniche (alle 16.30 e alle 17.30). Un’ottima occasione anche per ammirare gli splendidi giardini della villa.

Steve McCurry – Icons

Villa Bardini

15 giugno – 16 settembre 2018

Per maggiori informazioni: www.villabardini.it

Mostra a Palazzo Coveri

Per i 45 anni della Maison Enrico Coveri, l’estro creativo dello stilista ha incontrato la fotografia di Maurizio Galimberti, fotografo di fama internazionale grazie al progetto Maurizio Galimberti AROUND Enrico Coveri.

Ne è nata un’originale rilettura d’autore dell’immenso patrimonio creativo e stilistico conservato nell’archivio storico della Maison. I risultati potranno essere ammirati nel Palazzo di Lungarno Guicciardini 9 fino al 26 luglio dal martedì al sabato con orario 11:00-13:00, 15:30-19:00. L’ingresso è gratuito.

Maurizio Galimberti AROUND Enrico Coveri

Palazzo Enrico Coveri
13 giugno – 26 luglio 2018
Per maggiori informazioni: www.coveri.com

Altre mostre a Firenze

Mostre al Chiosco del Tempio

Saranno cinque e tutte a ingresso gratuito, le mostre fotografiche che animeranno le rive dell’Arno grazie all’iniziativa del Chiostro del Tempio, in Lungarno del Tempio 1, in collaborazione con il gruppo fotografico fiorentino Il Cupolone.
Il gazebo del chiosco diventa così, oltre che un’oasi nel verde dove fare colazioni e pranzi all’aperto o passare momenti di relax, anche uno spazio espositivo aperto tutti i giorni fino alle19.00.
Questo il calendario delle esposizioni:
-> Turchia da sogno:Fra Izmir e la Cappadocia: dal 9 al 23 giugno.
-> Ritratti: uno sguardo sul mondo attraverso gli occhi delle persone: dal 23 giugno al 7 luglio.
-> Paesaggi e animali dal mondo: dal 7 al 21 luglio.
-> Insolita Firenze: dal 21 luglio al 4 agosto.
-> Dragon Boat Festival 2018. Donne in rosa di tutto il mondo invadono Firenze: dal 1° al 15 settembre.
Per tutte le informazioni: www.chioscoiltempio.it; www.gfcupolone.net.0o

Mostra all’Istituto Olandese

Tra le novità di giugno anche la mostra all’Istituto universitario Olandese di Storia dell’arte, in via Torricelli 5, dove sono esposte le sculture di Aart Schonk, il noto artista olandese scomparso nel dicembre del 2015.

Si potrà così ammirare la sua ultima composizione di nove statue, Progetto Gaia, oltre a una serie di opere di dimensioni minori ispirate alla mitologia greca. Inoltre, solo dal 4 al 15 giugno, sarà esposto nel Giardino di Villa di Torre di sopra, eccezionalmente aperto al pubblico dalla famiglia proprietaria, Metamorfosi, uno fra i suoi primi progetti scultorei.

La mano creativa. Aart Schonk, uno scultore olandese in Toscana

Istituto universitario Olandese di Storia dell’arte

31 maggio – 28 giugno 2018

Mostra alla Fondazione Franco Zeffirelli

Tra gli eventi più attesti di questo 2018, il 28 maggio è stata finalmente inaugurata la mostra Un nuovo volo su Solaris, organizzata dalla Fondazione Franco Zeffirelli di Firenze e dal Museo Anatolij Zverev di Mosca, uno dei più giovani musei privati russi.

Ispirata al celebre film dei primi anni Settanta del Novecento, l’esposizione propone una selezione di opere pittoriche, grafiche e scultoree degli artisti anticonformisti sovietici attivi nella seconda metà del secolo scorso, accuratamente selezionati dalla curatrice del progetto, Polina Lobačevskaja, per essere portati con noi nel viaggio verso Solaris, grazie a in un’istallazione futuristica che ricorda una stazione spaziale.

La mostra è consigliata sia agli amanti del cinema che dell’arte russa. La si può visitare nella Sala della musica del Complesso di San Firenze fino al 31 luglio 2018, tutti i giorni escluso il giovedì, dalle 10.00 alle 18.00 (la biglietteria chiude alle 17.00). Il prezzo del biglietto, comprensivo della visita al museo, è di 13 euro (ridotto 10 euro).

Un nuovo volo su Solaris

Fondazione Franco Zeffirelli – Sala della musica

28 maggio – 31 luglio 2018

Per maggiori informazioni: www.fondazionefrancozeffirelli.com

Mostre al Museo Novecento

Dopo la riapertura delle collezioni permanenti, proseguono le mostre al Museo Novecento con l’inaugurazione di nuovi progetti dedicati all’arte contemporanea.

Solo. Emilio Vedova

È dedicata a Emilio Vedova la prima esposizione del progetto Solo, pensato dal direttore artistico del Museo Novecento Sergio Risaliti per avvicinare il pubblico ai grandi maestri del Novecento le cui opere sono conservate nelle collezioni civiche fiorentine.

Esposti alcuni dipinti giovanili del pittore veneziano conservati nella Collezione Alberto Della Ragione. Databili quasi tutti agli anni 1942-1943, sono dedicati a un libero esercizio di copia e rilettura dei teleri di Tintoretto per la Scuola Grande di San Rocco a Venezia e sulla stagione tra fine anni Cinquanta e inizio anni Sessanta.

Esposta anche l’opera Plurimo 1962/63, n. 7, “Opposti” (1962-1963) che esemplifica la fase matura dell’artista nei suoi addentellati con la cultura di protesta, fra arte e politica, e con la dimensione scenico-musicale.

Solo. Emilio Vedova

Museo Novecento

26 maggio – 6 settembre 2018

Per maggiori informazioni: www.museonovecento.it

Tutto è natura. La fotografia di Luciana Majoni

La fotografia di Luciana Majoni come filtro attraverso cui scoprire la bellezza della natura con le sue infinite sfumature. Scatti da cui emerge l’attenzione al dettaglio in cui cercare la bellezza vibrante e palpitante da esaltare attraverso il sapiente uso del bianco e nero.

Tutto è natura. La fotografia di Luciana Majoni

Museo Novecento

26 maggio – 6 settembre 2018

Per maggiori informazioni: www.museonovecento.it

Apertura straordinaria del Giardino della Botanica superiore

Non si tratta di una vera e propria mostra, ma non possiamo non consigliarvi una visita al Giardino della Botanica superiore, eccezionalmente aperto durante il mese di giugno. Una decisione straordinaria del direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt per permettere a tutti di godere della fioritura delle palmifere e delle piante acquatiche che qui hanno trovato asilo sin da quando, nel 1766, il giardino fu realizzato su progetto di Niccolò Gaspero Paoletti e Giuseppe Ruggeri,

A partire da mercoledì 6 giugno, per tre giorni alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì), dalle 9.00 alle 12.00, i visitatori di Boboli possono accedere anche all’area, normalmente interdetta alle visite.

Per maggiori informazioni: www.uffizi.it

Etichette: