Pubblicato in: Teatro

Gli spettacoli teatrali a Firenze fino al 31 dicembre

Mara MarchiMara Marchi 7 mesi fa
Monica Guerritore a teatro in Mariti e mogli
Fonte: ph Manuela Giusto

Avete l’imbarazzo della scelta su cosa vedere a teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio anche durante le feste? Come ogni lunedì, Firenze Weekend vi presenta una selezione di opere in cartellone da non perdere nella nostra città: ecco lo #spiegoneteatri di questa settimana natalizia!

Alcuni consigli sugli spettacoli in cartellone

— Mariti e Mogli (Teatro della Pergola, dal 27 dicembre al 2 gennaio)

“Mariti e mogli” è una travolgente storia di Woody Allen alle prese con uno dei suoi argomenti preferiti, le crisi coniugali e i tradimenti. Nel lavoro riproposto al Teatro della Pergola, scritto e diretto da Monica Guerritore che lo interpreta con Francesca Reggiani, il plot si sviluppa in uno stravagante girotondo in cui Cupido (bendato e sbadato) si diverte a scagliare frecce, far nascere amori, divorzi e non solo.

Un incontro di piccole anime che, sempre insoddisfatte, girano e girano intrappolate nella loro frustrazione cronica di una banale vita borghese. Ma in una notte tempestosa, i personaggi si ritrovano reclusi in una sala da ballo, un luogo della musica e della danza che con il passare della notte si riempie di storie, oggetti, melodie, pianti, amori e liti. In scena troviamo: Francesca Reggiani, Monica Guerritore, Ferdinando Maddaloni, Cristian Giammarini, Enzo Curcurù, Lucilla Mininno, Malvina Ruggiano e Angelo Zampieri.

DURATA: 1 ora e 40 minuti, atto unico.

ORARI: 20.45, domenica 31 dicembre ore 15.45 (in abbonamento), domenica 31 dicembre ore 20.30 (fuori abbonamento) Riposo lunedì 1 gennaio

PREZZI: Intero Platea 34€ – Palco 26€ – Galleria 18€ – Ridotto Over 60 Platea 30€ – Palco 22€ – Galleria 16€ – Ridotto Under 26 Platea 22€ – Palco 17€ – Galleria 13€

— La briscola in cinque (Teatro di Rifredi, dal 29 dicembre al 7 gennaio)

Marco Malvaldi continua a mietere consensi, sia in libreria che in televisione, con la fortunata serie “I delitti del BarLume”, trovando riscontro in teatro grazie al regista Andrea Bruno Savelli, che porta in scena il primo fulminante capitolo della saga malvaldiana, “La briscola in cinque”. La trama si sviluppa nell’immaginario paese di Pineta, sulla costa tra Pisa e Livorno, dove da un cassonetto dell’immondizia sporge il cadavere di una ragazza. Dell’omicidio è immediatamente sospettato il giovane fidanzato. Ma caso vuole che, per amor di maldicenza e per ammazzare il tempo, cominci ad indagare sul caso il gruppo dei vecchietti del BarLume e il suo barista.

La presenza dei toscanissimi quattro arzilli vecchietti e del disincantato barista – caratterizzazioni che rimandano alla migliore commedia all’italiana – toglie cupezza al giallo e lo declina in maniera piacevole e solare attraverso il gusto per le battute sagaci e i dialoghi brillanti. La satira feroce scioglie nell’acido ogni perbenismo ideologico e ci dà una rappresentazione della provincia italiana che sopravvive ostinata alla devastazione del consumismo turistico, modellato dalla televisione. In scena incontriamo: Sergio Forconi, Giovanna Brilli, Andrea Bruno Savelli, Raul Bulgherini, Diego Conforti, Luca Corsi, Amerigo Fontani, Giulia Nannini, Samuele Picchi e Elisa Vitiello.

ORARI: Feriali e prefestivi h21,00; 1 gennaio h 18,00; 7 gennaio h 16,30.

PREZZI: Intero €16, ridotto €14

Io? Doppio! Up and Down – Grease (Teatro Verdi, 27– 29 e 30 dicembre)

Un happening comico firmato Paolo Ruffini quello di “Io doppio – up&down”, che non è solo uno spettacolo, ma un varietà dalla comicità esilarante dove l’improvvisazione prende il sopravvento. Si parte dal pubblico, dall’umore che c’è in sala, per lasciare spazio a momenti di riflessione ma con un approccio all’insegna della leggerezza. Frammenti di umanità vengono filtrati attraverso ironia acuta e battute irriverenti, con doppiaggi di spezzoni di film in vernacolo livornese, il format che ha reso celebre l’attore toscano. In questa particolare versione dello spettacolo ci sono anche le incursioni degli attori della compagnia Mayor Von Frinzius, dei ragazzi davvero ‘Up’ con la sindrome di Down, che stravolgono questo one man show portando sul palcoscenico la propria autenticità, e una comicità feroce che non risparmia niente e nessuno. Tutto studiato per creare quella mescolanza di entusiasmo e partecipazione capace di mettere al centro le relazioni e le emozioni. Una ricetta che unisce il cult al contemporaneo, la tradizione comica alla modernità.

Tutt’altra ambientazione, invece, per uno dei musical più attesi della stagione al Teatro Verdi, dove andrà in scena la nuovissima edizione di “Grease”, un fenomeno che si conferma a ogni replica con più di 1.600 rappresentazioni, per oltre 1.700.000 spettatori di questo tormentone che ha dato il via alla musical-mania trasformandosi in un vero e proprio caso di costume pop. In questa versione speciale diretta da Saverio Marconi, sarà Guglielmo Scilla ad interpretare il protagonista del musical Danny Zuko, il leader dei T-Birds. Un successo diventato un classico in tutto il mondo, che ha visto anche la consacrazione teatrale di grandi attori come John Travolta (interprete di un ruolo minore, prima di indossare il giubbotto di Danny Zuko nel celebre film del 1978 diretto da Randal Kleiser, al fianco di Olivia Newton-John) e Richard Gere (nella rappresentazione di Londra del 1973).

ORARI: Io? Doppio! Up and Down, mercoledì 27 dicembre h 20,45; Grease, h 20,45 29 e 30 dicembre, h 21,00 il 31 dicembre.

PREZZI: Io? Doppio! Up and Down, I Platea: intero €34; II Platea: intero €25; Palchi I-II-III intero €25; Palchi IV-V-VI €17; Galleria: €25

Grease, I Platea: intero €37; II Platea: intero €31; Palchi I-II-III intero €31; Palchi IV-V-VI €25; Galleria: €31

— Ilio…o delle rovine – Paolo Migone (Teatro Puccini, 27-29 e 30-31 dicembre)

Due i protagonisti di “Ilio…o delle rovine”: Bruno e Ilio appunto, due fratelli molto diversi tra loro che si scontrano con un destino crudele, la malattia del padre, un ictus che lo costringe su una sedia a rotelle senza più l’uso della parola. Bruno è un assessore comunale alle Politiche Sociali, mentre Ilio è un volontario presso una ONG, partito verso i campi profughi delle Siria. Improvvisamente fa ritorno in Italia, ma quella che doveva essere una breve permanenza a casa, per motivi inerenti la lotta politica, si complica a causa della convalescenza paterna. I due fratelli, divisi per modo di intendere la vita e la politica, si trovano ad affrontare insieme le difficoltà, con forti scontri e delicate decisioni da prendere. Sul palco troviamo: Lino Spadaro, Riccardo Naldini e Matteo Procuranti.

Tema dominante dello spettacolo di Paolo Migone, “Gli uomini vengono da Marte le donne da Venere”, invece, l’idea ferrea che gli uomini e le donne vengono da due pianeti diversi. Nell’adattamento teatrale del best seller di John Gray, l’attore livornese analizza i comportamenti incomprensibili dell’altro sesso, con la sua comicità surreale e irridente. L’originalità dello spettacolo sta nel fatto che ricorda le principali differenze di funzionamento tra uomo e donna, soffermandosi su situazioni quotidiane che conosciamo tutti e tenendo ben presente il confronto generazionale. Grazie al professor Migone tutti comprenderanno come fare di queste dissonanze una fonte di complicità, e non di conflitto, disponendo di nuovi dati per comprendersi reciprocamente e girare in scherno alcune situazioni che possono diventare fonte di discordia.

ORARI: Ilio…o delle rovine, mercoledì, giovedì e venerdì h 21,00; Paolo Migone – gli uomini vengono da Marte le donne da Venere, sabato 30 dicembre h 21,00 e domenica 31 dicembre h 22,00

PREZZI: Ilio…o delle rovine, € 13,00 posto unico numerato; Paolo Migone, 30 dicembre I settore € 25,00 e II settore € 20,00 – 31 dicembre I settore € 40,00 e II settore € 35,00

— Eleganzissima (Teatro Niccolini, 31 dicembre)

In una speciale versione deluxe di “Eleganzissima”, Drusilla Foer racconta spassosi aneddoti e ricordi intensi della sua vita straordinaria, accompagnata sul palco da una full band di musicisti. Icona di stile e musa di grandi fotografi, l’artista senese si cimenta a teatro, dopo il cinema con Ferzan Özpetek e gli appuntamenti in televisione con Serena Dandini. Il recital da lei proposto è un mish-mash emotivo e musicale, scritto e diretto da Madame Foer, che racconta con humour tagliente e commovente episodi della sua carriera, vissuta fra la Toscana, Cuba, l’America e l’Europa, e costellata di incontri e grandi amicizie con persone fuori dal comune e personaggi famosi, fra il reale e il verosimile.

Essenziali al racconto sono le canzoni, legate a quei momenti di vita, che l’attrice interpreta dal vivo, accompagnata in questa special edition da una full band nella quale, all’indispensabile presenza del Maestro Loris di Leo al pianoforte, si uniscono Nico Gori, solista d’eccezione al clarinetto e al sax, con l’aggiunta di contrabbasso, bandoneon, chitarra e percussioni. Si passerà da brani di Brel/Battiato, Chaplin, ad altri di Amy Winehouse, Gaber, Jannacci, Bowie e tanti altri. Il pubblico si troverà coinvolto in un viaggio nella realtà così poco ordinaria di un personaggio realmente straordinario, in un’alternanza di momenti che strappano la risata e altri dall’intensità toccante.

DURATA: 1 ora e 30 minuti, atto unico.

ORARI: domenica 31 dicembre h 20,00

PREZZI: I° settore: 48€; II° settore: 40€

Etichette: