Pubblicato in: Teatro

Gli spettacoli teatrali da vedere a Firenze dal 27 novembre al 3 dicembre 2017

Mara MarchiMara Marchi 7 mesi fa
Il nome della rosa a teatro, foto di Alfredo Tabocchini e Andrea Guermani
Foto tratta da 'Il nome della rosa', regia di Leo Muscato. Ph Alfredo Tabocchini e Andrea Guermani

Siete amanti del palcoscenico e sempre pronti a farvi prendere dal fascino del teatro? Vi state chiedendo come impiegare, culturalmente, quella sera libera o la domenica pomeriggio? Da oggi, ogni lunedì Firenze Weekend vi segnalerà alcuni spettacoli in cartellone nella nostra città: ecco il primo appuntamento con lo #spiegoneteatri! Vi raccontiamo gli eventi da non perdere dal 27 novembre al 3 dicembre.

Alcuni consigli sugli spettacoli in cartellone

— Il nome della rosa (Teatro della Pergola 28 novembre – 3 dicembre)

La prima versione teatrale de “Il nome della rosa” di Umberto Eco è l’omaggio al celebre scrittore firmato da Stefano Massini. Leo Muscato dirige in questo lavoro un cast di grandi interpreti, in un crossover generazionale che non manca di animare un testo scritto per la scena, ma all’altezza del grande romanzo. La stessa struttura è di forte matrice teatrale. Vi è un prologo, una scansione temporale in sette giorni e la suddivisione di ogni singola giornate in otto capitoli, che corrispondono alle ore liturgiche del convento.

Siamo nel momento culminante della lotta tra Chiesa e Impero, che travaglia l’Europa da diversi secoli e Guglielmo da Baskerville è stato chiamato per compiere una missione, il cui fine ultimo sembra ignoto anche a lui. Sul palco troviamo: Eugenio Allegri, Giovanni Anzaldo, Giulio Baraldi, Luigi Diberti, Marco Gobetti, Luca Lazzareschi, Bob Marchese, Daniele Marmi, Mauro Parrinello, Alfonso Postiglione, Arianna Primavera, Franco Ravera, Marco Zannoni.

Curiosità: è la prima trasposizione teatrale de “Il nome della rosa”.

DURATA: 2 ore e 35 minuti, intervallo compreso

ORARI: lunedì riposo; da martedì a sabato h 20,45; domenica h 15,45

PREZZI: Platea intero 34€ – Palco intero 26€ – Galleria intero 18€; Ridotto Over 60 (Platea 30€ – Palco 22€ – Galleria 16€); Ridotto Under 26 (Platea 22€ – Palco 17€ – Galleria 13€); Ridotto Soci Unicoop Firenze (Platea 26€ – Palco 19€ – Galleria 14€).

— La Traviata (Teatro del Maggio Musicale Fiorentino 19 novembre – 2 dicembre)

Una delle opere più amate, conosciute e rappresentate di Giuseppe Verdi è traslata dalla regia di Alfredo Corno e dalle scene di Angelo Sala in una Italia degli anni ’50, deliberatamente ispirata alla “Dolce Vita” felliniana. Sembra che il libretto di Francesco Maria Piave si adatti perfettamente e la storia si riveli convincente, affascinante e ricca di dettagli e citazioni: la festa a casa di Flora è un momento conviviale del teatro, dove si vedono come figuranti personaggi che sembrano provenire da “La strada e 8 e ½”, o dai danzatori di “Satyricon”. Il cast è ovviamente numeroso: Maria Mudryak, Matteo Lippi, Sergio Vitale, Ana Victória Pitts, Marta Pluda, Rim Park, Dario Shikhmiri, Qianming Dou, Adriano Gramigni, Luca Tamani, Fabrizio Falli, Nicolò Ayroldi / Nicola Lisanti, Antonio Montesi e Lisandro Guinis.

DURATA: 3 ore e 7 minuti circa

ORARI: Dom 19 novembre, ore 19,00; Mar 21 novembre, ore 20,00; Gio 23 novembre, ore 20,00
Mar 28 novembre, ore 20,00; Gio 30 novembre, ore 20,00; Sab 2 dicembre, ore 15,30

PREZZI: Platea 1  €80; Platea 2  €60; Platea 3  €50; Platea 4  €40; Palchi  €30; Galleria  €20; Visibilità ridotta  €10; Solo ascolto  €5

Kataklò – Athletic Dance Theatre – Eureka (Teatro Puccini 1-2 dicembre)

Dopo il debutto in Italia lo scorso novembre 2016, ritorna il nuovo spettacolo di Kataklò Athletic Dance Theatre, firmato Giulia Staccioli, che si rimette alla prova con la stessa energia e caparbietà di 20 anni fa, portando in scena la sua rielaborata e inedita visione di Idea. Non è un caso che il titolo del nuovo lavoro teatrale di Kataklò si ispiri a questa vicenda: Giulia Staccioli comunica, con la stessa forza del celebre scienziato Archimede, la voglia di condividere con il suo pubblico la ricerca di un movimento nuovo, espressivo, intenso, teatrale, immediatamente comprensibile e apprezzabile da tutti.

I due tempi dello spettacolo sono molto diversi tra loro: il primo è intenso, poetico, evocativo, quasi in bianco e nero, protagonisti il corpo e la luce; il secondo è colorato, energico, coinvolgente e ironico. “Eureka” si presenta come uno show a quadri, il cui cuore pulsante è rappresentato dalle straordinarietà fisiche ed espressive di 5 performers, già applauditi dagli spettatori di tutto il mondo in “Puzzle”. In scena troviamo: Giulio Crocetta, Eleonora Guerrieri, Sara Palumbo, Serena Rampon, Stefano Ruffato e Marco Zanotti.

ORARI: venerdì 2 e sabato 3 dicembre ore 21,00

PREZZI: I Settore 25€; II Settore 20€

— Sugo Finto  (Teatro di Cestello 1 – 3 dicembre)

Paola Tiziana Cruciani e Alessandra Costanzo, due tra le più talentuose attrici del teatro italiano, vestono in questa commedia di Gianni Clementi il ruolo di due sorelle zitelle in perenne battibecco, rispettivamente vittima e carnefice in un gioco al massacro involontariamente comico, un minuscolo Titanic domestico destinato all’inevitabile affondamento. Le due protagoniste, Rosaria e Addolorata, trascorrono così la loro vita condividendo la stessa casa e un piccolo negozio di merceria, in un continuo scambio di accuse reciproche. Uno scontro infinito scatenato da due modi di interpretare la vita diametralmente opposti. Qualsiasi avvenimento, qualsiasi decisione da prendere, diviene argomento di discussione. Rosaria domina, Addolorata subisce.  Ma perfino gli “equilibri” più coriacei possono essere messi a dura prova dagli scherzi del destino. Che cosa succederebbe, infatti, se si invertissero le parti? Sul palco troviamo: Paola Tiziana Cruciani e Alessandra Costanzo.

ORARI: venerdì e sabato h 20,45 e domenica h 16,45

PREZZI: Intero 15€; Ridotto 13€

— L’Avare (Teatro Le Laudi 2-3 dicembre)

Rappresentato da sempre con successo e a tutte le latitudini, fra i grandi personaggi scritti dal genio di Molière, l’avaro Arpagone è certamente il più famoso. Ne è riprova la sua straordinaria fortuna scenica, giunta fino ai giorni nostri, e che – dal 1668 anno della sua prima rappresentazione – vanta una continuità che ha pochi eguali nel teatro. Fondendo poi insieme in Arpagone le diverse caratteristiche dell’avaro e dell’usuraio, ed effondendo in esso un grande studio di carattere, anche il regista Andrea Buscemi dà vita a un dispotico padrone di casa malato e vicino a morire, ma non per questo disposto a rinunciare alla sua dimora e soprattutto a imporre la propria invadente esistenza a tutti i familiari. Sulle scene troviamo, oltre lo stesso Andrea Buscemi: Livia Castellana, Martina Benedetti, Nicola Fanucchi, Simone Antonelli, Valentina Lombardi e Benedetta Lusito.

ORARI: Sabato h 21,00; domenica h 17,00

PREZZI: Intero 16€; Ridotto 14€

— Quartett (Teatro Metastasio, Prato – Fabbrichino 1 – 17 dicembre)

In prima nazionale e per la regia di Roberto Latini, il testo di Heiner Müller gioca come uno specchio in continua metamorfosi. “Quartett” è il doppio di un doppio, una concertazione di concetti e frasi che sembra corteggiare il pensiero e le sue proiezioni. Un uomo e una donna, uno di fronte all’altra, tra ascolto e relazione, spettatore uno dell’altra e attore uno per l’altra. I due protagonisti si trovano in una condizione di estrema solitudine eppure nella necessità del meccanismo di relazione, sollecitato, disincantato, svilito e svelato, nel duello fondamentale tra la parte da interpretare e l’equilibrio dell’apparenza. Sul palco troviamo: Valentina Banci e Fulvio Cauteruccio.

ORARI: feriali ore 20,45, sabato ore 19,30, domenica ore 16,30 (lunedì 4 e 11 riposo)

PREZZI: posto unico non numerato  € 15,00

Etichette: