Pubblicato in: News

Cosa fare a Capodanno a Firenze: gli eventi da non perdere

piazzale_david_Pixabay_ph pierovol-min
Fonte: Pixabay, ph pierovol

Pronti per il countdown? Il 2018 è alle porte, il centro di Firenze addobbato a festa ci immerge in un’atmosfera di luci e colori, grazie anche al F-Light (Firenze Light Festival) con proiezioni, video-mapping e illuminazioni sui monumenti e nelle piazze della città.

Difficile scegliere dove fare il Cenone di Capodanno, molte le proposte con numerose varietà che rispondono a tutti i gusti. Come anche tanti gli eventi di musica, le serate in discoteca e a teatro. E per le giornate del 31 dicembre e del 1 gennaio, aperture dei musei con eventi speciali per grandi e piccini.

Ecco tutti gli eventi da non perdere nel nostro Speciale Capodanno.

Notte di San Silvestro a Firenze: una passeggiata in centro

Quest’anno il Firenze Light Festival, dislocato in oltre 15 luoghi, segue il fil-rouge della parola “frontiere”, da intendere come orizzonte e limite, in senso sia fisico che metafisico. Dopo l’inaugurazione dell’8 dicembre in piazza Duomo con l’accensione del grande albero di Natale, ecco che gran parte della città è invasa di luci e installazioni.

Di particolare suggestione, quindi, sarà passeggiare per le strade cittadine passando per piazza San Lorenzo con la fiaba silenziosa proiettata sulla basilica e l’installazione nel cortile di Palazzo Medici Riccardi, per giungere a piazza della Signoria ed essere avvolti dalle luci che dominano la Torre di Arnolfo, fino a spingersi sul lungarno per ammirare il video-mapping di Ponte Vecchio e, in lontananza, la Torre di San Niccolò. E se si volesse proseguire il tour, perché non andare a vedere le proiezioni sulla basilica di Santo Spirito nella omonima piazza, oppure le nuove luci in Sant’Ambrogio?

Concerto di Capodanno al Piazzale Michelangelo

Per il secondo anno consecutivo il Concertone di fine anno torna al Piazzale Michelangelo, uno dei luoghi più suggestivi della città, soprattutto tra i più panoramici. La serata si apre alle ore 21.45 con il giovane attore e cantante fiorentino Lorenzo Baglioni, presto a Sanremo Giovani con la canzone “Il congiuntivo”. Sarà poi la volta di Morgan, alle ore 22.30, seguito dal cantautore e pianista Raphael Gualazzi (23.15) e dal cantautore e compositore Ermal Meta, con il quale ci sarà il brindisi di mezzanotte.

Capodanno in musica

Oltre a quello al piazzale, altri concerti saranno allestiti in piazza della Signoria, con la musica classica dell’Orchestra Filarmonica di Vratza, in piazza Santissima Annunziata con installazioni sonore, luminose e architetture di luce sulle facciate dell’Ospedale degli Innocenti, in piazza Bartali con il circo (già dalle ore 17.30) e in Oltrarno con il jazz, il dixiland e il funky.

Inoltre, l’arrivo del 2018 verrà festeggiato al Teatro del Maggio con il Concerto di Fine Anno diretto da Fabio Luisi che guiderà l’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino nell’esecuzione della nona sinfonia di Ludwig Beethoven.

Infine, si ricorda il concerto di Capodanno della Bandabardò in piazza del Campo a Siena, a cui seguirà il dj set di Ghiaccioli e Branzini.

Capodanno al cinema

Per chi volesse salutare il vecchio anno davanti al grande schermo ecco cosa c’è in programma anche nei cinema fiorentini. Il Cinema La Compagnia  propone per il 31 dicembre alle ore 15.00 “Nothingwood party”, diretto da Sonia Kronlund sulla base della vita del regista afghanistano Salim Shahenn, alle ore 17.00 “Happy Winter” di Giovanni Totaro, la storia ambientata in Sicilia, tra crisi e sperpero, alle ore 19.00 “Canaletto a Venezia”, il documentario di David Bickerstaff dedicato alla storia del vedutista italiano, e alle ore 21.00 “All These Sleepless Nights” del polacco Michal Marczak nella sua visione della spensieratezza dei vent’anni. Biglietti a partire da 6 euro.

In alternativa, al Cinema Odeon alle 21.45 verrà proiettato “Wonder”, versione cinematografica di Stephen Chbosky dell’omonimo bestseller letterario, in lingua originale con sottotitoli.

Fonte: Flickr_Andy Hay

Capodanno al museo per grandi e piccoli

Nei giorni di domenica 31 dicembre musei aperti a Firenze con diverse attività da prenotare per i più piccoli.

Tra le mostre in corso in questo periodo ricordiamo Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna a Palazzo Strozzi e Leopoldo de’ Medici principe dei collezionisti a Palazzo Pitti (con lo stesso biglietto è possibile visitare anche I nipoti del Re di Spagna nella Galleria Palatina), mentre agli Uffizi restano ancora fino al 7 gennaio I volti della Riforma. Lutero e Cranach nelle collezioni medicee, Il Rinascimento giapponese. La natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo ed Ejzenštejn. La rivoluzione delle immagini.

E per chi si trovasse al Teatro del Maggio per il concerto perché non approfittare di vedere l’esposizione dedicata a Paolo Poli. Infine, aperta anche il 1 gennaio la mostra multimediale Monet Experience e gli Impressionisti alla Chiesa di Santo Stefano a Ponte.

Potete trovare altre informazioni sulle mostre in corso a Firenze nel nostro #spiegoneweekend, mentre una selezione speciale per la settimana dal 26 dicembre al 1 gennaio è proposta nello #spiegonemostre.

Per i bambini, invece, domenica 31 dicembre alle ore 11 appuntamento al Museo Galileo con la caccia al tesoro Cerca Trova e tutti i giorni alle ore 16.00 Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato, un percorso sulla storia del cioccolato a Palazzo Vecchio per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni. Sempre Palazzo Vecchio in questi giorni di festa promuove altre attività, quali Favola del primo viaggio intorno al mondo, una visita per le famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni alla Sala delle Carte Geografiche, Per fare una città ci vuole un fiore, racconto sull’origine della città per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni, e Favola della tartaruga con la vela, narrazione e visita per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni. Si tratta di eventi che rientrano nel programma di attività speciali proposte dai Musei Civici Fiorentini e dall’Associazione MUS.E dal 26 dicembre al 6 gennaio per scoprire le meraviglie dei Musei Civici Fiorentini e in particolare di Palazzo Vecchio.

Per gli eventi speciali dedicati alle famiglie, potete visitare il nostro #spiegonebambini.

Capodanno a tavola

Cenoni di Capodanno raffinati vi aspettano nei luoghi più “in” di Firenze, tra cui il ristorante Santa Elisabetta con le proposte dello chef Rocco De Santis e gli abbinamenti enologici curati dal maître Domenico Napolitano, il Grand Hotel Minerva con menù gourmet e brindisi sotto le stelle, e il ristorante Ville sull’Arno con lo chef Marco Offidani.

Per gli amanti dell’Oriente, invece, è possibile scegliere tra un classico menù di pesce o tutto sushi al Via Vai, con a seguire Dj set e Cocktail bar, oppure un Capodanno italo-giapponese al ristorante Biancorosso.

E ancora, cena di gala con lo chef Fausto Mariani all’Ex Cavalli Club, e menù ad hoc per chi preferisce un’alimentazione bio, vegan e gluten free al ristorante Quinoa e all’osteria L’Ov.

Per fortuna, anche chi ha intenzione di spendere pochi soldi non ha che l’imbarazzo della scelta, grazie alle proposte di tanti locali, a cominciare dalla birreria artigianale Mosto Dolce, nota per le sue birre e i suoi hamburger, o l’American Dinner, che per l’occasione prevede uno spettacolo d’animazione, fuochi d’artificio e la lotteria, e il The William all’interno di Palazzo Doni; ma anche cene tradizionali al ristorante Le Pavoniere con musica dal vivo e brindisi di mezzanotte a bordo piscina, il Dome, il ristorante Palazzo Gaddi e il ristorante Finisterrae.

Infine, segnaliamo le cene-evento alla discoteca Otel, cena servita o a buffet con spettacolo e il Party Vintage Ibiza by dj Sebastian Gamboa, alla Terrazza Martini e all’Odeon Bistrò.

Per quanto riguarda lunedì 1 gennaio, invece, punti ristoro al Brunch dell’Hotel Brunelleschi di Firenze con le specialità dello chef Rocco De Santis: l’“angolo del buongustaio”, quello “delle mille caloria…da domani a dieta”, quello “per chi ha riposato fino a tarda mattinata” e per chi vuole iniziare il nuovo anno con il giusto fabbisogno alimentare.

Per ulteriori dettagli su luoghi, costi e menù vi rimandiamo al nostro #spiegonefood.

Fonte: pixabay stokpic

Capodanno nightlife: disco e locali

In attesa del nuovo anno non possono mancare i locali dove ascoltare buona musica e ballare fino a notte fonda. Tra le offerte cittadine, la festa Autentica & Feline Funk – New Year’s Party al Combo Social Club con il collettivo dj Numa Crew, Biga (Fresh Yo!), Teo Naddi (Oltrarno Recordings) e Nik Gonnella (Autentica / Dissidanza); al Cafè 1926, Maela Chiappini intratterrà gli ospiti con famosi brani in attesa della mezzanotte e a seguire live music fino a tardi; all’Auditorium Flog il super party di fine anno Delirio a Capodanno // Music R – Evolution, un viaggio che ripercorrerà l’evoluzione di oltre mezzo secolo di grandi successi, dagli anni ‘50 all’anno prossimo, selezione musicale dei Twisters e a seguire le notti magiche di Maghero e Lorenzo Vichi in versione BluEmotion; ancora, al Glue Alternative Concept Space si balla da mezzanotte all’alba durante il Glue & Glow Party con le selezioni indie-rock, soul, britpop, wave ed electro di Dr Lorenz e Dis0rder; infine, anche il Teatro Obihall riserva grandi sorprese con la serata Hot Shot 90 in da House per rivivere la musica di più generazioni a confronto.

Capodanno a teatro

E per chi desidera trascorrere la sera del 31 dicembre a teatro, aspettando l’inizio del nuovo anno calandosi in un’altra realtà per ridere, commuoversi o farsi trasportare da uno spettacolo musicale, Firenze offre diverse alternative.

Per cominciare, Monica Guerritore porta al Teatro della Pergola la versione teatrale dell’opera di Woody Allen “Mariti e Mogli” insieme a Francesca Reggiani: Cupido (bendato e sbadato) scaglia le sue frecce provocando amore, ma anche crisi coniugali e tradimenti (doppia replica alle 15.45 e alle 20.30, atto unico di 1 ora e 40 minuti).

Ancora in tema d’amore, al Teatro Puccini un’analisi approfondita sulle differenze tra uomo e donna, le stesse che attraggono i due sessi ma, anche, che spesso creano incomprensioni ed equivoci: Paolo Migone, in veste di professore, porta in scena il libro “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere” di John Gray (ore 22.00).

Una coppia è anche protagonista de “I marziani al mare”, regia di Nicola Zavagli, lo spettacolo di fine anno proposto dal Teatro d’Imbarco – Teatro delle Spiagge che inizia alle ore 22 per poi giungere alla mezzanotte con brindisi e dolci natalizi. In scena Beatrice Visibelli e Marco Natalucci nei panni di Mara e Alvaro, insieme da sempre e alle prese con una vacanza da sogno e le “smanie della villeggiatura”.

Fonte: ufficio stampa Teatro Lumière.

Brindisi di mezzanotte anche al Teatro Lumière con l’inedito spettacolo musicale “C’era una volta… il regno delle favole” della compagnia ArsAnte, regia di Paola e Maurizio Del Buffa. Mentre sulla terra si è persa l’abitudine di raccontare le fiabe, nel regno fatato i personaggi sono in crisi e disoccupati, rivelando così curiosi e inaspettati tratti della personalità (ore 21.45).

Immancabile la presenza anche di un musical e tra i più amati di tutti i tempi: “Grease” della Compagnia della Rancia, con la regia di Saverio Marconi, torna a Firenze al Teatro Verdi in una versione rinnovata (ore 20.45).

Al Teatro Niccolini troviamo la fashion icon Drusilla Foer che si racconta in “Eleganzissima”, recital emotivo e musicale, da lei scritto e diretto, che alterna umorismo tagliente e commovente malinconia tra aneddoti e ricordi intensi della sua vita, accompagnata in scena da una full band di musicisti (ore 20.00, atto unico di 1 ora e mezza).

Namastè Teatro, vi aspetta, invece, al Teatro Le Laudi con un personaggio storico del XIII secolo ricordato da Dante (Inferno XXX,32) come falsario, simbolo di “mascalzonaggine”: stiamo parlando di “Gianni Schicchi”, regia di Stefano Tamburini, una commedia tutta fiorentina che accompagnerà il pubblico fino alla mezzanotte (ore 21.30).

Ancora per ridere e divertirsi, segnaliamo la black comedy “Il vino di San Donnino” al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio, riadattamento di Andrea Bruno Savelli liberamente tratto da “Arsenico e vecchi merletti”, a cui seguirà brindisi di mezzanotte e festeggiamenti in piazza con il dj set di Nicola Pecci (ore 21.30, con replica anche il 1 gennaio alle 16.30).

Andrea Bruno Savelli porta in scena al Teatro di Rifredi anche “La briscola in 5”, riadattamento di Angelo Savelli del romanzo di Marco Malvaldi, un giallo tutto toscano in cui un gruppo di arzilli vecchietti (tra cui Sergio Forconi), tra una briscola e l’altra consumata al tavolino di un bar, comincia a indagare sull’omicidio di una giovane donna ritrovata in un cassonetto (ore 22, replica anche il 1 gennaio alle 18.00).

Una commedia scoppiettante della Belle Époque accompagnerà verso il nuovo anno, invece, gli spettatori che sceglieranno il Teatro di Cestello dove andrà in scena “Dove vai tutta nuda” di Feydeau, regia di Marco Predieri; vicenda di un neo-deputato e sua moglie, la quale dovrà cercare di rinunciare ad alcune “abitudini domestiche” per coprire questo importante ruolo sociale (ore 22.00).

“Festa in famiglia” di Alan Ayckbourn è la scelta del Teatro Reims, per la regia di Antonio Susini e Leonardo Cammunci: arrivano le figlie con mariti e compagni per festeggiare l’anniversario di matrimonio di Edward ed Emma Gray, ma ogni “reunion” familiare diventa occasione per esprimere rancori, recriminazioni e dare spazio a equivoci e liti (ore 21.45).

Etichette: