Pubblicato in: News

Cosa fare a Firenze nel weekend di Capodanno

Mariagiovanna GrifiMariagiovanna Grifi 3 settimane fa
Panorama_firenze-min
Fonte: Pixabay

Come scoprire gli appuntamenti da non perdere a Firenze nel weekend? Ecco per voi il nostro #spiegoneweekend per andare incontro a tutte le passioni e a tutti i gusti!

Dopo 5 anni di attività del quotidiano di eventi e tempo libero Milano Weekend, nasce la nuova redazione di Firenze Weekend che da ora in poi vi terrà informati su tutto ciò che c’è da fare e vedere nel capoluogo toscano e nei dintorni. Dunque, come si dice, stay tuned!

Ricco e invitante il calendario di eventi del weekend che si conclude proprio con la fine del 2017. In primo piano i grandi concerti della sera del 31 dicembre e le serate nei locali fino a tarda notte, ma anche tanti spettacoli teatrali con brindisi di mezzanotte, mostre in corso dal contemporaneo all’antico, dal collezionismo alla moda. Non mancano, infine, eventi speciali per le famiglie con bambini, gli appuntamenti letterari e la nightlife fiorentina che comincia ben prima della notte di Capodanno.

Mostre a Firenze

-> #spiegonemostre: le cinque da non perdere questa settimana

Reliquiario di Montalto al Bargello (fino al 30 gennaio 2018): il rarissimo capolavoro di oreficeria medievale, attribuito all’artista francese Jean Du Vivier, attivo a Parigi alla corte di Carlo V, sarà visibile nella Cappella della Maddalena per tutta la durata dei lavori di restauro al Museo Sistino Vescovile di Montalto, danneggiato durante il terremoto del 30 ottobre 2016.

Presepe monumentale dei Sassi di Matera (fino al 4 febbraio 2018): allestito nella Chiesa di Santo Spirito il presepe del famoso artista lucano Francesco Artese. Un capolavoro di ottanta metri quadri, con un’altezza di oltre sei metri e centodieci personaggi.

Pretiosa vitreaL’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana (fino al 29 gennaio 2018): per gli amanti dell’antico d’obbligo una tappa al Museo archeologico nazionale. La mostra, che nel titolo si ispira a un passo del celebre “Satyricon” di Petronio, offre un percorso alla scoperta dell’antica arte della lavorazione del vetro e delle infinite forme, colori e riflessi dei vasi etruschi, greci e romani.

Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura alla Galleria dell’Accademia (fino al 18 marzo 2018): il Trecento come secolo in cui nasce la moda. I ricami, i preziosi velluti e le tavole dagli sfondi dorati ancora testimoniano ancora oggi la grande tradizione artigianale e artistica di Firenze. Con un prestito d’eccezione: un vestitino in lana prestato dal National Museum di Copenhagen – confezionato intorno alla metà del XIV secolo per una bimba e recentemente recuperato dagli archeologi in Groenlandia.

Leonardo Bruni. L’Umanesimo a Firenze alla Biblioteca Medicea Laurenziana (fino al 5 gennaio 2018): la vicenda intellettuale di Leonardo Bruni, cancelliere della Repubblica Fiorentina e umanista tra i maggiori del suo tempo, viene ricostruita attraverso l’esposizione di una sessantina di codici in gran parte miniati. Il prezioso materiale proviene interamente dai fondi della Laurenziana, che può vantare una delle principali raccolte di manoscritti al mondo.

Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura al Museo della Specola (fino al 31 dicembre 2017): ancora collezionismo mediceo con una straordinaria selezione di pietre lavorate affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza, provenienti da tutto il mondo. Fra i preziosi oggetti visibili in mostra due coppe in diaspro e una in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, una tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia e uno straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco.

Il Rinascimento giapponese. La natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo (fino al 7 gennaio 2018): prima nel suo genere in Europa. Nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi è possibile ammirare trentanove esempi di arte giapponese su carta. Delicate pitture di paesaggio e natura, molte delle quali considerate tesori nazionali e proprietà intellettuali importanti del Giappone, nel classico formato del paravento pieghevole (byōbu) e delle porte scorrevoli (fusumae). Data la delicatezza del supporto, sono esposte in tre rotazioni di tredici alla volta.

Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna (fino al 21 gennaio 2018): è questa la proposta di Palazzo Strozzi. I curatori, attraverso una settanta di opere, restituiscono il clima artistico e culturale di un’epoca dalla straordinaria vitalità e innovazione, segnata da una parte dai dettami della Controriforma, dall’altra da una personalità emblematica quale Francesco I de’ Medici, generoso mecenate affascinato dal mondo dell’alchimia. Star indiscussa dell’esposizione la “Deposizione” di Pontormo proveniente dalla chiesa di Santa Felicità e reduce da un accurato restauro.

Leopoldo de’ Medici principe dei collezionisti a Palazzo Pitti (fino al 28 gennaio 2018): per gli appassionati di arte e collezionismo la mostra, in corso presso il Tesoro dei Granduchi, è tappa obbligatoria. Pensata in occasione del quarto centenario della nascita del cardinale, riunisce raffinati ed eccellenti esempi di sculture antiche e moderne, oggetti d’arte orientale, pitture, strumenti scientifici e mirabilia. Il tutto nella cornice delle sale affrescate dell’appartamento d’estate della famiglia Medici.

I nipoti del Re di Spagna (fino al 7 gennaio 2018): sempre a Palazzo Pitti, con lo stesso biglietto della mostra su Leopoldo, suggeriamo di visitare la Galleria Palatina. Qui è presentato il più recente acquisto delle collezioni: il dipinto di Anton Raphael Mengs raffigurante Ferdinando e Maria Anna, due dei figli dell’Arciduca Pietro Leopoldo di Lorena e di Maria Luisa di Borbone.

Da Brooklin al Bargello: Giovanni della Robbia, la lunetta Antinori e Stefano Arienti (fino all’8 aprile 2018): sempre al Museo del Bargello sarà possibile ammirare Firenze la lunetta con la “Resurrezione” di Giovanni della Robbia, recentemente esposta a due grandi mostre presso il Museum of Fine Arts di Boston e la National Gallery di Washington.

I volti della Riforma. Lutero e Cranach nelle collezioni medicee (fino al 7 gennaio 2018): sempre alle Gallerie degli Uffizi, l’esposizione pensata in occasione del cinquecentenario dell’affissione delle novantacinque tesi di Lutero alla porta della Schlosskirche di Wittemberg.

Ejzenštejn. La rivoluzione delle immagini (fino al 7 gennaio 2018): ancora Uffizi, con disegni, opere grafiche e spezzoni di film di uno dei più grandi rivoluzionari della cultura del Novecento. Un modo per ricordare il centenario della Rivoluzione socialista in Russia.

Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976 alla Strozzina (fino al 21 gennaio 2018): oggetti di design, video e istallazioni, gioielli, tessuti e porcellane, nonché le opere visionarie di artisti e gruppi quali Archizoom, Remo Buti, 9999, Gianni Pettena, Superstudio, UFO e Zziggurat per rivisitare la straordinaria rivoluzione creativa fiorentina degli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso.

Monet Experience e gli Impressionisti alla chiesa di Santo Stefano a Ponte (fino al 1° maggio 2018): la mostra multimediale proposta da Crossmedia Group è un’immersione sensoriale nei capolavori del grande maestro e dei maggiori interpreti dell’Impressionismo.

Paolo Poli è… al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (fino al 6 gennaio 2018): video e foto, proiezioni multimediali, fondali scenografici per ricordare, a un anno e mezzo dalla scomparsa, uno dei più grandi e irriverenti attori di Firenze.

Robot Fever. I samurai nell’era del Chogokin al Museo Stibbert (fino al 7 gennaio 2018). L’esposizione, attraverso il confronto tra le armature dei samurai conservate nella collezione giapponese del museo e l’interpretazione datane da fumetti e film d’animazione, ripercorre la storia del giocattolo nipponico e il suo successo internazionale.

Silvano Campeggi ‘Nano’ tra divi e diavoli a Palazzo Vecchio (fino al 7 gennaio): il cinema dei divi e del successo Hollywoodiano, delle icone senza tempo, ma anche i personaggi storici, le grandi battaglie, i meditati disegni elbani alla mostra che Firenze dedica al mago dei cartelloni cinematografici.

Altre mostre: Disegni d’acqua. Acque e trasformazioni del territorio (fino al 19 gennaio 2018) a Palazzo Marucelli Fenzi; e poi il Novecento di Adrian Paci. Di queste luci si servirà la notte (fino all’11 febbraio 2018) e Rivoluzione 9999. L’architettura con gli occhi proiettati al futuro (fino al 28 gennaio 2018) al Museo Novecento; 1927. Il ritorno in Italia. Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento (fino al 2 maggio 2018) al Museo Ferragamo; Made in New York. Keit Harring, Paolo Buggiani and co. (fino al 4 febbraio 2018) a Palazzo Medici Riccardi.

Eventi per bambini

-> #spiegonebambini: ecco cosa fare con i più piccoli a Firenze

-> Attività al Museo Galileo: venerdì 29 alle ore 15 e domenica 31 alle 11 Cerca trova, caccia al tesoro tra gli strumenti scientifici della collezione museale, attraverso filastrocche, indizi e giochi. Venerdì 29 alle ore 11 e sabato 30 alle 15 Gli strumenti di Galileo, laboratorio che porterà i bambini a confrontarsi con il cannocchiale e il compasso geometrico e militare. Sabato 30 alle ore 11 In viaggio con i Re Magi, attività per conoscere gli antichi strumenti astronomici nell’affascinante viaggio dei Re Magi.

-> Incontri museali imperdibili per i piccolissimi: laboratorio didattico I mestieri nell’antica Roma al Museo Archeologico di Fiesole dalle 10.00 alle 12.30 per bambini tra i 6 ed i 10 anni alla scoperta della vita quotidiana nell’antichità, in particolare dei mestieri dell’antica Roma. Venerdì 29 dicembre sarà il turno del “venditore di frutta”: le vie delle antiche città romane erano piene di botteghe alimentari, ma come avvenivano gli scambi? Come si acquistava e come si vendeva? L’iniziativa è gratuita, i posti sono limitati ed è necessaria la prenotazione. Venerdì 29 alle ore 9.30 e alle 13.00 per il campus natalizio al Museo di Storia Naturale S-passo al Museo! Un freddo bestiale, per bambini dai 6 ai 12 anni visita alla Sezione La Specola, per osservare animali lontani nel tempo e nello spazio, tipici di ambienti freddi. Ancora, speciale Natale a Palazzo Vecchio con Squisita scoperta. Il Granducato di Toscana e la via del cioccolato, tutti i giorni alle ore 16.00 per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni, Favola del primo viaggio intorno al mondo, visita alla Sala delle Carte Geografiche per le famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni, Per fare una città ci vuole un fiore: racconto per conoscere le origini di Firenze per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni, Favola della tartaruga con la vela, percorso pensato per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni alla scoperta dei simboli delle grandi imprese del XV secolo. Per il dettaglio di giorni e orari e la verifica delle disponibilità è necessario contattare il contact centre.

-> Roboclub senior: attività alla scoperta dei kit Lego Wedo 2.0 sui robot e le loro parti assimilabili, venerdì 29 dicembre alle ore 16 presso la Biblioteca delle Oblate per ragazzi dai 7 agli 11 anni.

-> Decorazioni natalizie: ogni sabato di dicembre dalle ore 16.30 alle 18.30 da TuscanBites Firenze si può partecipare a un laboratorio per bambini per creare decorazioni natalizie. L’ingresso e il laboratorio sono liberi, si ospitano fino a 10/12 bimbi (durata: mezz’ora); dopo l’attività i bambini possono inviare la lettera a Babbo Natale.

-> La Freccia Azzurra: sabato 30 dicembre alle ore 10 appuntamento con i classici Disney al Cinema Eden di Prato.

Eventi letterari

-> #spiegonelibri: la settimana di chi ama la lettura a Firenze

-> Alla Libreria Salvemini (piazza Salvemini, 18), sabato 30 dicembre 2017 e sabato 6 gennaio 2018 alle 17.30, i due incontri di La Meditazione Gnostica Ed I Viaggi Astrali, Fonti dell’Autoconoscenza, il viaggio alla ricerca della consapevolezza interiore (per informazioni e prenotazioni: 055 7876169).

-> Sabato 30 dicembre 2017 e sabato 6 gennaio 2018 alle 10.30, gli appuntamenti con Bioetica, Biodiritto e Biopolitica, il ciclo organizzato dalla Fondazione Culturale Niels Stensen (viale don Minzoni, 25G) dedicato al rapporto tra giurisdizione, politica ed etica (aperto ai cittadini al costo di 5 euro per ogni giornata).

Spettacoli

-> #spiegoneteatro: gli spettacoli da non perdere questa settimana

-> Gli appuntamenti del weekend cominciano con Mariti e Mogli al Teatro Della Pergola (27dicembre – 2 gennaio), in una messa in scena tratta dall’opera di Woody Allen, alle prese con uno dei suoi argomenti preferiti, le crisi coniugali e i tradimenti, per la regia di Monica Guerritore.

-> Una serata particolare vi aspetta al Teatro di Rifredi da venerdì 29 dicembre, con lo spettacolo “La briscola in cinque”, una prima nazionale dalla satira feroce diretta da Andrea Bruno Savelli.

-> Da segnare in agenda anche il musical proposto dal Teatro Verdi, che consente di rivedere sul palco, il 29 e il 30 dicembre, una delle storie più amate che evoca i capelli imbrillantinati e lo stile degli anni ’50, “Grease”.

-> Da non perdere anche i due appuntamenti al Teatro Puccini, che dal 27 al 29 dicembre propone lo spettacolo “Ilio…o delle rovine”, mentre il 30 e il 31 dicembre accoglierà sul palco il nuovo lavoro di Paolo Migone, “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”.

-> Gli eventi teatrali principali del weekend si concludono con “Eleganzissima” al Teatro Niccolini domenica 31 dicembre, con Drusilla Foer che racconta spassosi aneddoti e ricordi intensi della sua vita straordinaria, accompagnata sulle scene da una full band di musicisti.

-> Al Teatro delle Spiagge il 31 dicembre vi aspettano “I marziani al mare”, le smanie della villeggiatura di una coppia di lungo corso alle prese con una vacanza da sogno, il tutto diretto da Nicola Zavagli.

-> Anche al Teatro Reims l’anno si concluderà il 31 dicembre con lo spettacolo “Festa in famiglia”, per la regia di Antonio Susini e Leonardo Cammunci; infine al Teatro Le Laudi toccherà a “Gianni Schicchi” intrattenere il pubblico fino alla mezzanotte, con una commedia divertente e briosa diretta da Stefano Tamburini.

Concerti

-> Per gli amanti della musica ricordiamo l’appuntamento di venerdì 29 dicembre Natale in Q al Circolo Il Progresso, con Max Larocca. Da segnalare nella stessa location anche l’evento Don Antonio Live, che sabato 30 dicembre ospiterà Antonio Gramentieri con il suo nuovo tour Stereosiesta, organizzato dall’associazione culturale Chute.

> Da segnare in agenda anche il concerto di Capodanno della Bandabardò, che il 31 dicembre darà vita, in piazza del Campo a Siena, a una serata all’insegna dell’allegria e della gentilezza. Seguirà il dj set di Ghiaccioli e Branzini.

-> Da non perdere, infine, il Concerto di Fine Anno al Teatro del Maggio, che giovedì 31 dicembre festeggerà l’arrivo 2018 assieme al direttore Fabio Luisi. L’Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino saranno guidati nell’esecuzione della nona sinfonia di Ludwig Beethoven.

Eventi enogastronomici

-> #spiegonefood: per conoscere tutti gli eventi della settimana.

-> Appuntamento al Tea Time del Rivalta Caffè tutti i giorni dalle 16.30 alle 18.30.

-> Pausa merenda anche al Tower Bar di piazza Santa Elisabetta con degustazione di dolci e cioccolata calda.

-> All’Hard Rock Cafè nuovi gusti da scoprire all’Holiday Cocktails: Grabs some Cheer! sabato 30 dicembre.

-> Tanti appuntamenti per il veglione tra cui cenone di gala al ristorante Santa Elisabetta con menù dello chef Rocco de Santis domenica 31 dicembre (374 € a persona).

-> Ancora cucina raffinata anche al Grand Hotel Minerva con menù gourmet e brindisi sotto le stelle.

-> Sarà lo chef Marco Offidani, invece, a curare il Cenone di Capodanno del ristorante Ville Sull’Arno (170 € a persona).

-> Cena in luxury edition anche all’Ex Cavalli Club con il menù dello chef Fausto Mariani (€ 95 a persona).

-> Per gli amanti del sushi, cenone al Viva Vai di via Pisana.

-> Cenone 100% gluten free al Ristorante Quinoa con menù diversamente gourmet.

-> Per gli amanti del vegan e del vegetariano, appuntamento al L’Ov di piazza del Carmine (€ 70 a persona).

-> Cenone più economico al Mosto Dolce con opzione di menù Hamburger o pizza (€ 35 a persona).

-> Per lo spettacolo di animazione, i fuochi e la lotteria d’accompagnamento alla cena, prenotate all’American Dinner.

-> Per una cena più tradizionale, menù di pesce al ristorante le Pavoniere con musica dal vivo e brindisi di mezzanotte a bordo piscina.

-> Anche al Dome di Firenze Gran Cenone di Capodanno.

-> Ancora, al ristorante Gaddi, cena che si chiuderà con tradizionale lenticchie, cotechino e spumante.

-> Se volete gustare i sapori del Mediterraneo, si consiglia il cenone del Finisterrae di piazza Santa Croce.

-> Per la combo cena + disco: cena servita o a buffet e, a seguire, Party VINTAGE Ibiza by dj Sebastian Gamboa.

-> Si festeggia anche sulla Terrazza Martini con cena in stile “vecchia Toscana”.

-> Anche l’Odeon Bistrot ha organizzato un evento per chiudere l’anno in bellezza: aperitivo, cena e djset con Matteo Cerretelli (costo € 80 a persona).

Cinema a Firenze

-> Ecco il programma del Cinema La Compagnia (via Cavour, 50R): “Canaletto a Venezia”, il documentario di David Bickerstaff dedicato alla storia del vedutista italiano (sabato 30 alle 21.00, domenica 31 alle 19.00); “Nothingwood party”, diretto da Sonia Kronlund sulla base della vita del regista afghanistano Salim Shahenn (venerdì 29 alle 19.00, sabato 30 alle 17.00, domenica 31 alle 15.00); “Happy Winter” di Giovanni Totaro, la storia ambientata in Sicilia, tra crisi e sperpero (venerdì 29 alle 21.00, sabato 30 alle 15.00, domenica 31 alle 17.00); “Dancer”, la biografia cinematografica del danzatore Sergei Polunin raccontata dal regista candidato all’Oscar Steven Cantor (sabato 30 alle 19.00); “All These Sleepless Nights” del polacco Michal Marczak nella sua visione della spensieratezza dei vent’anni (domenica 31 alle 21.00). Biglietti a partire da 6 euro.

-> Ancora al Cinema La Compagnia, nell’ambito della rassegna Disney Vintage Stories: venerdì 29 alle 17.00 “F.B.I.: operazione gatto”, l’avventura firmata Robert Stevenson di un gatto siamese che si trova coinvolto in un sequestro; sabato 30 dicembre alle 11.00 “Il cowboy con il velo da sposa” di David Swift, la vicenda di due gemelle che si ritrovano per caso. Biglietti a partire da 6 euro.

-> Domenica 31 dicembre alle 21.45, in occasione della notte di Capodanno, al Cinema Odeon (piazza degli Strozzi) sarà proiettato “Wonder”, la versione cinematografica di Stephen Chbosky dell’omonimo bestseller letterario, in lingua originale con sottotitoli.

Nightlife

-> Una divertente serata vi attende al Combo Social Club, che venerdì 29 dicembre ospiterà Paz-zia, un evento fatto a pezzi, un tripudio di musica e divertimento per chi sa dare il meglio di sé senza alcuna discriminazione sonora. Si continua domenica 31 dicembre con gli Autentica & Feline Funk, per una nottata interminabile e piena di musica.

-> Annotatevi anche le serate del 31 dicembre, Festeggiamo l’anno che verrà, al Cafè 1926, in compagnia di Maela Chiappini che intratterrà gli ospiti con famosi brani in attesa della mezzanotte e a seguire live music fino a tardi.

-> Rimanendo in tema di feste imperdibili, all’Obihall domenica 31dicembre vi aspetta l’evento New Year Party – Hot Shot 90”, per festeggiare l’anno nuovo nel migliore dei modi fino all’alba.

-> Al Glue Alternative Concept la fine dell’anno terminerà con la serata Glue & Glow Party, fatta di selezioni indie-rock, soul, britpop, wave ed electro di Dr Lorenz e Dis0rder.

-> Per finire l’anno in bellezza alla Flog sarà la volta del party Delirio a Capodanno, un viaggio che ripercorrerà l’evoluzione di oltre mezzo secolo di grandi successi, dagli anni ‘50 all’anno che verrà.

Gite fuori porta

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Firenze da vivere: i consigli della redazione

Sei in visita a Firenze e vuoi sapere cosa andare a visitare? Passi per il capoluogo toscano solo per poco tempo e desideri fare una passeggiata veloce? Vivi a Firenze e hai bisogno di idee su cosa o dove mangiare, su dove acquistare oggetti specifici o su cosa fare la sera? Ecco i consigli della nostra redazione e continua a seguirci per tante altre proposte!

Cosa vedere a Firenze in mezza giornata

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Cosa vedere a Firenze in tre giorni

Cosa mangiare a Firenze: piatti tipici

Cosa mangiare a Firenze: dolci tipici

Cosa mangiare a Firenze: pizzerie

Cosa mangiare a Firenze: street food

Cosa comprare a Firenze

Cosa fare a Firenze la sera

Speciale Natale a Firenze: mercatini e Winter Park

Etichette: