Pubblicato in: Evergreen

La cucina dell’autunno: cinque piatti della tradizione

Lorena VallieriLorena Vallieri 2 settimane fa
piatti tipici autunnali
Zucca: le ricette autunnali (fonte: pixabay)

Con l’arrivo dell’autunno e il cambio di stagione cambiano anche le nostre abitudini alimentari. Iniziamo ad avere voglia di piatti caldi e rassicuranti. La cucina si adegua e si tinge del colore arancione delle zucche e dei cachi, del viola dell’uva, del marrone delle castagne, dei funghi, delle noci e delle mandorle, ma anche del giallo e del rosso delle mele e delle pere.

Come sfruttare al meglio gli ingredienti di questa stagione? Ecco a voi alcuni piatti della tradizione, con un occhio attento alla cucina toscana.

 Vellutata di zucca e patate

Un primo piatto gustoso e leggero, facile da preparare e che richiede pochi ingredienti: un po’ di scalogno e qualche foglia di salvia per insaporire, un filo d’olio a crudo e crostini croccanti. E poi… potete sbizzarrirvi nella scelta della zucca: violina, baby boo, hokkaido, delicata… per altrettante sfumature di sapore. Fate cuocere a cubetti insieme a patate e (a piacere) carote, passate il tutto e la vostra vellutata è pronta.

Da provare anche la versione light senza patate. E per una cena elegante e originale… usate l’involucro vuoto della zucca per presentarla a tavola!

Muffin alla zucca

Ancora la zucca protagonista di un piatto che può essere preparato in versione dolce o salata: farina, latte, burro, uova e poi, a scelta, zucchero o sale, gorgonzola o gocce di cioccolato, noci e tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce.

Nella versione dolce, con una spruzzata di cannella e noce moscata, può essere un’ottima idea per Halloween.

Porcini fritti

Ricetta tipicamente toscana quella dei funghi fritti, un piatto che riporta ai profumi, ai colori e ai sapori del bosco. Un consiglio per farli croccanti: nella pastella usare l’acqua frizzante. Per la pastella: farina, pangrattato, acqua e sale.

Per un’alternativa tipicamente toscana: se i funghi sono freschissimi grigliate le cappelle dei porcini e conditele con aglio, olio e prezzemolo.

Caldarroste

Evocano il fuoco scoppiettante del camino, ma le caldarroste possono essere preparate anche sui fornelli di casa grazie a una pentola particolare con  grossi fori sulla base che permettono alla fiamma di entrare in contatto con le castagne senza bruciarle troppo.

Il segreto sta nel taglio con cui va inciso ciascun frutto, ma noi vi consigliamo di acquistarle già pronte da qualche ambulante e degustarle prendendole direttamente dal cartoccio mentre passeggiate per il centro di Firenze.

E non dimenticate che le migliori sono quelle di Marradi… tutto il gusto a km zero!

Schiacciata all’uva

E per finire, uno dei più tipici piatti fiorentini: la schiacciata all’uva.  Tantissime le varianti, ma tutte con pochi ingredienti, come richiede la cucina povera toscana: uva nera, pasta lievitata, zucchero e olio d’oliva.

L’importante è la scelta dell’uva, che deve avere chicchi grossi e un po’ acquosi che rendono il dolce soffice e gustoso.

…Non ci  resta che augurarvi buon appetito!

Potrebbe interessarti anche…

Pausa golosa: i dolci tipici da provare

Dove mangiare la pizza a Firenze

Aperitivo a Firenze: dove farlo

Sunday brunch a Firenze

Cinque piatti tipici fiorentini

Dove mangiare all’aperto a Firenze

Etichette: