Pubblicato in: News

Regione Toscana e Coronavirus: misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica

Mariagiovanna GrifiMariagiovanna Grifi 4 settimane fa
Firenze e il duomo
Vista su Firenze - fonte: Pixabay

Tutte le regioni di Italia si sono attivate per comunicare le misure preventive del Coronavirus ai loro cittadini. Al fine di contenere il più possibile il contagio di questo virus che pare diffondersi molto velocemente, il consiglio maggiore è quello di limitare gli spostamenti e rimanere a casa. Bisogna consultare continuamente il sito della Regione Toscana e del Governo per rimanere informati sulle Ordinanze e non farsi allarmare da fake news e altre notizie non ufficiali che, purtroppo, circolano molto rapidamente e disorientano le persone già abbastanza preoccupate per la situazione.

Raccomandazioni regionali

Intanto ricordiamo brevemente le raccomandazioni locali, che potrebbero subire variazioni in qualsiasi momento (aggiornamento a oggi mercoledì 9 marzo 2020):

-> Dieci regole generali, previste per ridurre l’esposizione e la trasmissione della possibile malattia, analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale.

-> Informazioni e comportamenti generali per gli operatori sanitari e per chiunque acceda alle strutture sanitarie (operatori, pazienti, visitatori).

-> Sintomi e caso sospetto: le informazioni attualmente disponibili sui sintomi del virus e su come definire un caso sospetto sono negli allegati 1 e 2 della circolare ministeriale n. 6360 del 27 febbraio 2020. Pare che il virus possa causare una forma lieve simil-influenzale o una forma più grave di malattia respiratoria; i sintomi più comuni sono, quindi, febbre, tosse e difficoltà respiratorie. A parte questo, si parla di caso sospetto anche se la persona nei 14 giorni prima della comparsa di tali sintomi è stato in una delle zone con presunta trasmissione comunitaria o in contatto stretto con un caso probabile o confermato.

Per informazioni

In presenza di caso sospetto si consiglia di contattare il proprio medico o pediatra di base.

-> Il Ministero della Sanità ha istituito il numero telefonico di pubblica utilità 1500, attivo 24 ore su 24 da contattare per informazioni.

-> Inoltre, la Regione Toscana ha messo a disposizione dei cittadini il numero verde 800.556060, presso il Centro di Ascolto Regionale, al quale rispondono operatori adeguatamente formati. Bisogna chiamare e scegliere l’opzione 1. Attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 18.

Per segnalazioni

-> Per i soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati o probabili di Covid-19 e per tutte le persone che facciano ingresso in Toscana, o vi abbiano fatto ingresso negli ultimi 14 giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico è fatto obbligo di procedere all’isolamento fiduciario volontario dal giorno dell’ultima esposizione, comunicando tale circostanza, soprattutto in presenza di sintomi, se residente o domiciliati in Toscana, al proprio medico o pediatra, altrimenti ai seguenti contatti messi a disposizione dalle Aziende sanitarie:

Asl Toscana centro (Firenze, Prato, Pistoia, Empoli): 055.5454777 – rientrocina@uslcentro.toscana.it

Asl Toscana nord ovest (Pisa, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Viareggio): 050.954444 – rientrocina@uslnordovest.toscana.it

Asl Toscana sud est (Arezzo, Grosseto, Siena): 800.579579 – rientrocina@uslsudest.toscana.it

Per approfondimenti ed eventuali aggiornamenti vai su Regione Toscana – Salute.

Leggi anche

-> Il nuovo decreto di Conte Dpcm 11 marzo 2020

-> 10 cose da fare a casa durante l’emergenza

-> #IORESTOACASA tutto quello che c’è da sapere

-> Consegne a domicilio di negozi e supermercati

-> Iniziative di solidarietà locale: volontariato e consegna dei farmaci a domicilio

-> Food delivery a Firenze: i locali che consegnano a domicilio

-> Nuova direttiva: chiusi i parchi e i giardini pubblici

-> Piatti tradizionali toscani da gustare anche a casa

-> Dolci tipici toscani: perché non provare a cucinarli?

Etichette: