Pubblicato in: News

Palazzo Alberti: letture pubbliche dedicate a Cosimo I de’ Medici

Benedetta ColasantiBenedetta Colasanti 3 settimane fa
I Medici
Fonte: Pixabay

Giovedì 24 gennaio alle 17.30, presso palazzo Alberti (via de’ Benci, 10), Maurizio Arfaioli presenta Cosimo e il padre Giovanni dalle Bande Nere, una lettura pubblica dedicata a uno tra i più importanti componenti della nota famiglia fiorentina.

Si tratta solo del primo appuntamento di un ciclo di lezioni pubbliche dedicate a Cosimo I de’ Medici in occasione dei cinquecento anni dalla sua nascita (1519-2019). L’ingresso è libero, l’appuntamento è giovedì alle 17.30. Per maggiori informazioni: education@medici.org.

Le letture

-> Febbraio: giovedì 7 Niccolò Capponi con Cosimo e la madre Maria Salviati. Giovedì 21 Stefano Dall’Aglio con L’ascesa al potere di Cosimo I.

-> Marzo: giovedì 7 Philippe Canguilhem con Cosimo e la musica. Giovedì 21 Franco Cardini con Cosimo e l’impero ottomano.

-> Aprile: giovedì 4 Francesco Martelli con Cosimo e i suoi segretari. Giovedì 18 Piergabriele Mancuso con Cosimo e gli ebrei.

-> Maggio: giovedì 2 Salvatore Lo Re con Lo stato giuridico del principato di Cosimo. Giovedì 16 Emanuela Ferretti e Cosimo, l’acqua e la città. Giovedì 30 Paolo Simoncelli con Cosimo, gli esuli e la libertà.

-> Giugno: il ciclo si conclude giovedì 13 con Alessandro Cecchi e La committenza di Cosimo (1537-1544).

Palazzo Alberti

La storia del palazzo, adiacente alla torre degli Alberti, è legata con probabilità all’omonima famiglia e risale alla metà del XIII secolo. Con il passare dei secoli, il palazzo fu ristrutturato più volte fino all’ultimo restauro completato tra il 1994 e il 2000.

Potrebbe interessarti anche

-> Incontri al Museo

-> Dialoghi di arte e cultura agli Uffizi

->La Colombaria: incontri sul femminile nel XX secolo

-> Guida ai più bei palazzi di Firenze

-> Le Ville Medicee da non perdere

-> Le migliori librerie a Firenze

-> Biblioteche e librerie aperte di sera

-> BiblioBus: la biblioteca con le ruote

-> Il Libro della Vita

-> Leggere per non dimenticare

Etichette: