Pubblicato in: News

L’universo femminile a Palazzo Pitti

Lorena VallieriLorena Vallieri 4 settimane fa
Ritratto di Grazia Deledda
Plinio Nomellini, Ritratto di Grazia Deledda (part.), 1914, olio su tela, Collezione privata, Firenze

Palazzo Pitti omaggia le donne con una mostra dedicata al loro impegno professionale e al talento, con esempi di artiste vissute in Italia tra Ottocento e Novecento: Lessico Femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926.

I termini cronologici scelti si riferiscono a due eventi significativi: l’iscrizione di alcune lavoratrici alla Fratellanza Artigiana nel 1861 e il Premio Nobel conferito a Grazia Deledda nel 1926 per il romanzo “Canne al Vento”. Due momenti simbolo della storia di un riscatto dell’immagine femminile ancora non da tutti accettato.

Cosa vedrete in mostra

Esposte opere d’arte, fotografie, oggetti che illustrano i mestieri dell’universo femminile. Come le contadine dedite alle pratiche agricole e all’allevamento, ma anche ai lavori quotidiani come il rammendo, la maglia, la lavorazione della  paglia. Immortalate nella loro quotidianità da artisti come Silvestro Lega o Vittorio Corcos.

Oppure le donne borghesi, che potevano studiare e intraprendere una carriera scolastica, diventare artiste e perfino scrittrici di libri per l’infanzia, articoli sull’economia domestica, sull’etichetta e le buone maniere.

Non da ultime le rivoluzionarie e le patriottiche, che trovarono a Firenze il luogo ideale di dibattito e confronto. Basti pensare alla presenza in città di Elizabeth Barrett Browning, Jessie White Mario, Theodosia Garrow Trollope, Margaret Fuller.

Riassumendo

Lessico Femminile. Le donne tra impegno e talento 1861-1926

Sala del Fiorino, Galleria d’arte moderna, Palazzo Pitti

7 marzo – 26 maggio 2019

ORARI: martedì – domenica 8,15 – 18,50. Chiuso il lunedì

BIGLIETTI: intero € 16.00; ridotto € 2.00 per i cittadini dell’U.E. tra i 18 e i 25 anni; gratuito riservato a minori di 18 anni di qualsiasi nazionalità, portatori di handicap ed un accompagnatore, giornalisti, docenti e studenti di Architettura, Conservazione dei Beni Culturali, Scienze della formazione, Diploma di Laurea di lettere e filosofia con indirizzi di laurea archeologico o storico-artistico, Diploma di Laurea o corsi corrispondenti negli Stati membri dell’Unione Europea, insegnanti italiani con contratto a tempo determinato e indeterminato in servizio presso una scuola pubblica o paritaria.

SITO WEB: www.uffizi.it

Potrebbe interessarti anche:

#Spiegonemostre: tutte le mostre a Firenze nel 2019

Verrocchio, il maesto di Leonardo: fino al 14 luglio a Palazzo Strozzi e al Museo del Bargello

Il carro d’oro di Johann Paul Schor. L’effimero splendore dei carnevali barocchi: fino al 5 maggio a Palazzo Pitti

Il Novecento per il Museo dell’Opificio delle Pietre Dure: fino al 5 maggio al Museo dell’Opificio

Animalia Fashion: fino al 5 maggio al Museo della moda e del costume di Palazzo Pitti

Nuove Acquisizioni 2016-2018: fino al 5 maggio l’originale proposta della Galleria dell’Accademia

Leonardo da Vinci, l’ingegno, il tessuto: fino al 26 maggio al Museo del tessuto di Prato

Antoni Gormley. Essere: fino al 26 maggio agli Uffizi

Kiki Smith. “What I Saw on the Road”: fino al 2 giugno a Palazzo Pitti

Etichette: