Pubblicato in: News

Gli eventi a Firenze nel weekend dal 19 al 21 gennaio 2018

Fonte: Pixabay

Vi domandate cosa fare nel fine settimana in arrivo? Ecco a voi, puntuale, il nostro #spiegoneweekend che vi racconta gli eventi a Firenze da venerdì 19 a domenica 21 gennaio.

Mostre, incontri, musica, teatro, attività pensate per i più piccoli: non vi resta che scegliere!

Food&Drink

> #spiegonefood: gli appuntamenti col gusto a Firenze

-> Corso di preparazione teorico-pratico della figura professionale di pizzaiolo alla Scuola Mani in Pasta, venerdì 19 gennaio.

-> Dalle 9 alle 13 degustazione delle novità gluten free di Schär al Paolo Rosselli Senza Glutine (via Pratese 211, Firenze) sabato 20 gennaio.

-> Brunch dietetico nella sala meeting dell’ambulatorio Medical Division Body Care.

-> All’Accademia Piccoli Chef (via Cantagalli 41r) corso di cucina per i bambini dai 6 agli 11 anni sul tema: bianco.

-> Serata Il Bollito all’Elfo Ghiotto di Mercatale di Vernio.

-> Torna la serata dedicata al classico western salsiccia e fagioli alla Bud Spencer e Terence Hill all’Hops Pub.

-> Appuntamento col Sunday Brunch dell’Odeon Bistro dalle 12 alle 16, domenica 21 gennaio.

-> Come ogni domenica il Brunch è anche al Dome di Firenze.

-> Sunday Brunch anche al Cartabianca Caffè con buffet dolce e salato.

-> Anche a Le Pavoniere, proposta di Brunch per grandi e piccini.

Spettacoli

-> #spiegoneteatro: gli spettacoli di gennaio da non perdere

-> Gli appuntamenti del weekend cominciano con “Il padre” (16-21 gennaio) al Teatro della Pergola, dove Gabriele Lavia si cimenterà con uno dei classici di Strindberg; da ricordare anche lo spettacolo “Un ricordo d’inverno”, dal 19 al 20 gennaio per la regia di Lorenzo Collalti.

-> Una serata particolare vi aspetta al Teatro di Rifredi fino a domenica 21 gennaio, con “L’Ultimo Harem” per la regia di Angelo Savelli.

-> Inoltre, ricordiamo l’appuntamento al Teatro  Cantiere Florida con “Tu es Libre”, fino al 20 gennaio, diretto da Renzo Martinelli.

-> Da segnare in agenda lo spettacolo della compagnia berlinese Familie Flöz, con il loro “Teatro Delusio”, in scena fino a domenica 21 gennaio al Teatro Puccini.

-> Da ricordare l’appuntamento “Hamlet Travestie”, in scena fino al 21 gennaio al Teatro Fabbricone di Prato, per la regia di Emanuele Valenti.

-> Inoltre, al Teatro le Laudi sarà la volta di “Mi chiamo Rachel Corrie”, diretto da Antonio Ligas, fino al 21 gennaio.

-> Al Teatro di Cestello, invece, il 18 e il 19 gennaio andrà in scena “La cena dei cretini”, la commedia francese di Francis Veber nella versione italiana di Pietro Venè; inoltre, sabato 20 e domenica 21 gennaio toccherà alla pièce di Marco Simeoli con “Ti amo, sei perfetto, ora cambia”.

-> Da non perdere l’appuntamento al Teatro Verdi con lo spettacolo “Due”, interpretato da Raoul Bova e Chiara Francini fino al 21 gennaio.

-> Ricordiamo anche lo spettacolo “La scelta migliore” al Teatro delle Spiagge e “Non sono bella sono quasi vecchia” al Teatro Lumière, entrambi fino al 21 gennaio.

-> Gli eventi teatrali principali del weekend si concludono con “Heretico” al Teatro Era, fino a sabato 20 gennaio per la regia di Simone Perinelli, e infine “Alla faccia vostra”, in scena al Teatro Politeama di Prato fino a domenica 21 gennaio, diretto da Patrick Rossi Gastaldi.

Concerti

-> Per gli amanti della musica segnaliamo le serate al Virgin Rock Pub, con la The Bowie Night di sabato 19 gennaio e la Jambalaya Band di sabato 20 gennaio.

-> Al Circolo Il Progresso, sabato 20 gennaio, toccherà a  Enrico Gabrielli & Sebastiano de Gennaro, mentre al Tender Club sarà la volta di Erica Mou.

–> Fa tappa a Firenze l’atteso concerto di Francesco Gabbani, che il 20 gennaio suonerà live al Nelson Mandela Forum per festeggiare tutti i successi ottenuti.

–> Segnaliamo, inoltre, l’appuntamento di sabato 20 gennaio al Circolo Culturale Buh, dove si esibiranno i giovani torinesi Eugenio In Via di Gioia; da ricordare, nella stessa data, il concerto dei General Stratocuster and the Marshals al Glue Alternative Concept.

–> Per finire, segnatevi i due concerti di musica classica del weekend, che vedranno sabato 20 gennaio Oleg Caetani al Teatro del Maggio, e domenica 21 gennaio Alessandro Carbonare, Perla Cormani e Luca Cipriano al Teatro della Pergola.

 Nightlife

-> Una divertente festa vi attende al Tasso Hostel venerdì 19 gennaio, con l’appuntamento The Sound Of Italy, un viaggio attraverso un repertorio pieno di emozioni e ritmo, nella musica e cultura italoamericana.

-> Rimanendo in tema di feste imperdibili, alla Flog venerdì 19 gennaio sarà la volta del Calafoscopa Party, mentre sabato 20 gennaio toccherà alla Notte di Contempo – 40 anni di Rock Wave.

-> Da ricordare anche la serata Rumba Macumba al Circolo Culturale Buh, fissata per venerdì 19 gennaio; mentre sabato 20 segnaliamo il Schrodinger’s Party al Viper Theatre.

-> Per finire, da segnare in agenda l’appuntamento al Babylon Club per venerdì 19 gennaio con il Latin Party e l’evento al Combo Social Club di sabato 20 gennaio con il Monkey Show.

Eventi e Libri

-> #spiegonelibri: informazioni utili per chi ama la lettura a Firenze

->Per gli interessati al mondo della poesia o per chi vuole iniziare a conoscerla, Toscanalab Arte e Arte Terapia (via San Zanobi, 104R) è il luogo dell’incontro con Chandra Livia Candiani, autrice di “La bambina pugile” e “Fatti vivo”; venerdì 19 gennaio alle 18.00, la poetessa analizzerà la forza della poesia come mezzo per esprimere sentimenti ma anche pareri sull’attualità.

-> La serata di venerdì 19 gennaio presso Deutsches Institut Florenz (Borgo Ognissanti, 9) è di Udo Gümpel; alle 22.00 il noto giornalista converserà con il pubblico su diversi argomenti: l’ascesa della destra in Germania, la migrazione, l’accoglienza, l’economia, analizzando similitudini e differenze fra Germania e Italia. Ingresso libero su prenotazione: cultura@deutschesinstitut.it.

->  Alla Fondazione Culturale Niels Stensen (viale don Minzoni, 25G), sabato 20 gennaio alle 10.30, l’appuntamento con Bioetica, Biodiritto e Biopolitica, momento di discussione rivolto a professionisti e singoli cittadini.

-> Sabato 20 gennaio alle 15.00, Cura con l’Arte, l’Arte della cura, ciclo di incontri organizzati da CMO Centro di Medicina Osteopatica (via Ungheria, 32), dove si riflette sul potere positivo dell’arte sull’uomo.

-> Alla Libreria Salvemini (piazza Salvemini, 18), sabato 20 gennaio alle 17.00, il corso La Meditazione Gnostica ed I Viaggi Astrali, Fonti dell’Auto-Conoscenza, finalizzato alla crescita interiore. Per informazioni e prenotazioni: 055 7876169 – gnosifirenze@gmail.com.

-> Sabato 20 gennaio alle 17.00, presso la biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo, 24), la IV edizione de Il Bello e il Mistero, ciclo dedicato al ruolo della donna nella “Divina Commedia”; il presente incontro è dedicato a Metalda che illustra a Dante l’origine del fiume e del vento. Ingresso libero fino a esaurimento posti: 055 2616512 – bibliotecadelleoblate@comune.fi.it.

 Cinema a Firenze

 -> Ecco gli appuntamenti del weekend al Cinema La Compagnia (via Cavour, 50R): “Alla ricerca di Van Hogh” di Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki (venerdì 19 gennaio alle 21.00, domenica 21 gennaio alle 17.00) riflette sul rapporto tra originale e copia, due concetti profondamente complessi che caratterizzano il mondo della Cina, dove molti artisti riproducono le opere d’arte più famose al mondo senza fermarsi a riflettere sul processo di creazione e sul relativo e profondo significato (il film sarà proiettato in lingua originale con sottotitoli italiani); “Il senso della bellezza” di Valerio Jalongo (sabato 20 gennaio alle 21.00), un viaggio tra certezza e razionalità della scienza e incertezza e mistero dell’universo; “Solo persone (né abili né disabili)”, un incontro che prevede la proiezione di “Brutti e cattivi” di Cosimo Gomez introdotta e commentata dallo stesso regista (domenica 21 gennaio alle 10.30); “Nothingwood party” di Sonia Kronlund (domenica 21 gennaio alle 15.00), il cinema secondo l’afghanistano Salim Shaheen; “Dancer” di Steven Cantor (domenica 21 gennaio alle 21.00), la vita e la carriera del danzatore Sergei Polunin. I prezzi dei biglietti vanno da 6 a 8 euro.

-> Al Cinema La Compagnia, domenica 21 gennaio ha inizio anche Il mese del documentario, rassegna che ogni domenica getta luce sulla realtà della produzione documentaristica italiana; Il continente umano è il titolo di questa V edizione, i cui film illustreranno le condizioni dell’uomo contemporaneo nella relazione con la storia e con l’identità del proprio paese. La proiezione di domenica 21, in programma per le 19.00, riguarda “La convocazione” di Enrico Maisto, che sarà presente in sala con la sua storia: un gruppo di persone qualunque sono messi nella condizione dei giudici in tribunale. Il prezzo del biglietto va dai 5 ai 6 euro.

-> Al Cinema Odeon (piazza Strozzi): “Poesia sin fin” (“Poesia senza fine”) di Alejandro Jodorowsky (sabato 20 e domenica 21 gennaio alle 16.00, alle 18.30 e alle 21.00), il secondo ritratto autobiografico del regista cileno che continua dove si era interrotto con “La danza della realtà”; ritroviamo Jodorowsky ventenne che, volendo intraprendere il mestiere del poeta, si oppone al volere della famiglia; versione originale spagnola con sottotitoli in italiano.

-> Domenica 21, dalle 14.00, anche piazza della Signoria si dedica all’arte del grande schermo; Il cinema a Firenze! è l’evento all’aperto dedicato ai film girati nella città rinascimentale, set straordinario senza bisogno di ricostruzioni. I prezzi vanno da un minimo di 5 euro a un massimo di 10 euro. Per informazioni e prenotazioni: 392 7827082 – ilfilodiarianna.guida@gmail.com.

Eventi per bambini

-> #spiegonebambini: ecco cosa fare con i più piccoli a Firenze

-> Attività al Museo Galileo: due laboratori, uno sabato 20 gennaio alle ore 15, Pioggia, tuoni e lampi! per ragazzi dai 9 anni in su per conoscere gli strumenti meteorologici e le “macchine elettriche”; l’altro, domenica 21 gennaio alle ore 15, Luci e ombre. La magia della camera oscura per bambini dai 7 anni in su, alla scoperta della camera oscura e dei suoi trucchi; inoltre, domenica 14 gennaio alle ore 11 Colazione al Museo. Le botteghe della scienza, offerta dalla pasticceria Robiglio, e laboratorio sulla scoperta dell’orologio, la sua storia e i suoi meccanismi.

-> Incontri museali imperdibili per i piccolissimi: tre appuntamenti domenica 21 gennaio al Planetario, L’Universo. The best of, laboratorio di astrofisica e cosmologia alle ore 15.30, Col naso all’insù, favola illustrata alle ore 15.30 e alle ore 16.15 per imparare a riconoscere i pianeti insieme a un simpatico personaggio, e a seguire, alle ore 17.00, il gioco “A spasso con le Costellazioni”; in occasione della mostra “Il Capriccio e la Ragione” al Museo del Tessuto di Prato sabato 20 gennaio alle ore 16.00 Alla corte di Maria Antonietta, laboratorio dall’illustrazione al teatro.

-> Letture per i piccoli: sabato 20 gennaio alla Biblioteca delle Oblate alle ore 16.00 Una storia che… Vale!, lettura dal libro “Una zuppa cento per cento strega” di Quitterie Simon e Magali Le Huche (Carrousel) e a seguire un gioco per imparare a combinare ortaggi e personaggi con carte speciali (incontro gratuito su prenotazione); alle ore 16.30 alla BiblioteCaNova Isolotto Il buco, lettura tratta dal libro “Il buco” di Anna Llenas (Gribaudo, 2016) e a seguire un laboratorio di disegno del proprio autoritratto.

-> Pizza Party: venerdì 19 gennaio dalle ore 19.00 alle 23.00 serata all’Asilo nido domiciliare Baby Birba per bambini dai 18 mesi ai 5/6 anni.

-> Sviluppa la fantasia con Drema: laboratorio sulla creatività alla Biblioteca Pietro Thouar, partendo dal racconto di Valentina Fratini “Drema e il segreto dei sogni” (Lorenzo de’ Medici Press), sabato 20 gennaio alle ore 16.30.

-> Giovanni Senza Paura: spettacolo teatrale de I Pupi di Stac sabato 20 gennaio alle ore 17.00 presso il Teatro del Circolo Ricreativo Antella.

Mostre a Firenze

-> #spiegonemostre: le mostre di gennaio da non perdere

Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna (fino al 21 gennaio): è questa la proposta di Palazzo Strozzi. I curatori, attraverso una settantina di opere, restituiscono il clima artistico e culturale di un’epoca dalla straordinaria vitalità e innovazione, segnata da una parte dai dettami della Controriforma, dall’altra da una personalità emblematica quale Francesco I de’ Medici, generoso mecenate affascinato dal mondo dell’alchimia. Star indiscussa dell’esposizione la “Deposizione” di Pontormo proveniente dalla chiesa di Santa Felicita e reduce da un accurato restauro.

Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976 alla Strozzina (fino al 21 gennaio): oggetti di design, video e istallazioni, gioielli, tessuti e porcellane, nonché le opere visionarie di artisti e gruppi quali Archizoom, Remo Buti, 9999, Gianni Pettena, Superstudio, UFO e Zziggurat per rivisitare la straordinaria rivoluzione creativa fiorentina degli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso.

Leopoldo de’ Medici principe dei collezionisti a Palazzo Pitti (fino al 28 gennaio): per gli appassionati di arte e collezionismo la mostra, in corso presso il Tesoro dei Granduchi, è tappa obbligatoria. Pensata in occasione del quarto centenario della nascita del cardinale, riunisce raffinati ed eccellenti esempi di sculture antiche e moderne, oggetti d’arte orientale, pitture, strumenti scientifici e mirabilia. Il tutto nella cornice delle sale affrescate dell’appartamento d’estate della famiglia Medici.

Reliquiario di Montalto al Bargello (fino al 30 gennaio): il rarissimo capolavoro di oreficeria medievale, attribuito all’artista francese Jean Du Vivier, attivo a Parigi alla corte di Carlo V, sarà visibile nella Cappella della Maddalena per tutta la durata dei lavori di restauro al Museo Sistino Vescovile di Montalto, danneggiato durante il terremoto del 30 ottobre 2016.

Presepe monumentale dei Sassi di Matera (fino al 4 febbraio): allestito nella Chiesa di Santo Spirito il presepe del famoso artista lucano Francesco Artese. Un capolavoro di ottanta metri quadri, con un’altezza di oltre sei metri e centodieci personaggi.

Pretiosa vitreaL’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana (fino al 29 gennaio): per gli amanti dell’antico d’obbligo una tappa al Museo Archeologico Nazionale. La mostra, che nel titolo si ispira a un passo del celebre “Satyricon” di Petronio, offre un percorso alla scoperta dell’antica arte della lavorazione del vetro e delle infinite forme, colori e riflessi dei vasi etruschi, greci e romani.

Capucci dionisiaco. Disegni per il teatro (fino al 14 febbraio): nell’Andito degli Angiolini a Palazzo Pitti settantadue fantasiose e colorate creazioni del noto stilista pensate per il teatro.

Maternità divine. Sculture lignee della Basilicata dal Medioevo al Settecento (fino al 24 marzo): nel sacrario della Basilica di Santa Croce il tema della Natività è indagato attraverso una quindicina di sculture di grandi dimensioni raffiguranti la Madonna con il Bambino o la Sacra Famiglia.

Misurazioni (fino al 24 febbraio): a quasi quarant’anni dall’ultima mostra, Eliseo Mattiacci torna a Firenze, alla Galleria Poggiali, con una personale di disegni, acquarelli e istallazioni esemplificative del percorso dell’artista in oltre cinquant’anni di lavoro.

Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura alla Galleria dell’Accademia (fino al 18 marzo): il Trecento come secolo in cui nasce la moda. I ricami, i preziosi velluti e le tavole dagli sfondi dorati testimoniano ancora oggi la grande tradizione artigianale e artistica di Firenze. Con un prestito d’eccezione: un vestitino in lana prestato dal National Museum di Copenhagen – confezionato intorno alla metà del XIV secolo per una bimba e recentemente recuperato dagli archeologi in Groenlandia.

Da Brooklin al Bargello: Giovanni della Robbia, la lunetta Antinori e Stefano Arienti (fino all’8 aprile): sempre al Museo del Bargello sarà possibile ammirare a Firenze la lunetta con la “Resurrezione” di Giovanni della Robbia, recentemente esposta a due grandi mostre presso il Museum of Fine Arts di Boston e la National Gallery di Washington.

Monet Experience e gli Impressionisti alla chiesa di Santo Stefano a Ponte (fino al 1° maggio): la mostra multimediale proposta da Crossmedia Group è un’immersione sensoriale nei capolavori del grande maestro e dei maggiori interpreti dell’Impressionismo.

→ Per gli amanti del Novecento: Adrian Paci. Di queste luci si servirà la notte (fino all’11 febbraio) e Rivoluzione 9999. L’architettura con gli occhi proiettati al futuro (fino al 28 gennaio) al Museo Novecento; 1927. Il ritorno in Italia. Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento (fino al 2 maggio) al Museo Ferragamo; Made in New York. Keit Harring, Paolo Buggiani and co. (fino al 4 febbraio) a Palazzo Medici Riccardi.

→ Altre mostre: New ART | Galleria360 alla Galleria 360. Arte contemporanea Firenze in via Il Prato 11r (fino al 6 febbratio); I colori del Bosone di Higgs. Percorsi tra arte e scienza (fino al 28 gennaio) all’Accademia delle Arti e del Disegno.

Gite fuori porta

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Firenze da vivere: i consigli della redazione

Sei in visita a Firenze e vuoi sapere cosa andare a visitare? Passi per il capoluogo toscano solo per poco tempo e desideri fare una passeggiata veloce? Vivi a Firenze e hai bisogno di idee su cosa o dove mangiare, su dove acquistare oggetti specifici o su cosa fare la sera? Ecco i consigli della nostra redazione e continua a seguirci per tante altre proposte!

Cosa vedere a Firenze in mezza giornata

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Cosa vedere a Firenze in tre giorni

Cosa mangiare a Firenze: piatti tipici

Cosa mangiare a Firenze: dolci tipici

Cosa mangiare a Firenze: pizzerie

Cosa mangiare a Firenze: street food

Cosa comprare a Firenze

Cosa fare a Firenze la sera

Speciale Natale a Firenze: mercatini e Winter Park

 

Etichette: