Pubblicato in: News

Ciclo di incontri a cura di Antonio Natali e Sergio Givone

Benedetta ColasantiBenedetta Colasanti 3 settimane fa
Fonte: Pixabay

Al via, dal 15 gennaio presso l’Antica Canonica di San Giovanni (piazza San Giovanni, 7), un nuovo ciclo di conferenze curato da Antonio Natali e Sergio Givone. Il tema è Umanesimo e Maniera Moderna e copre un raggio storico e culturale volto a celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci e dalla nascita di Cosimo I de’ Medici. L’appuntamento è il martedì alle 17.00 e l’ingresso è libero (fino a esaurimento dei posti disponibili). Per maggiori informazioni: 055 2302885 – eventi@operaduomo.firenze.it.

Gli appuntamenti

-> Dopo il primo incontro a cura di Luca Bagnoli (martedì 15 gennaio alle 17.00), si prosegue martedì 29 gennaio con la conferenza dal titolo Leonardo, Vasari e la nascita della maniera moderna, a cura di Antonio Natali.

-> Il 12 febbraio è la volta di Gigetta Dalli Regoli con Un pittore agli esordi e una giovane poetessa: Leonardo e Ginevra de’ Benci. Martedì 26 l’appuntamento è con Vincenzo Farinella per parlare di Leonardo e l’Antico.

-> Gli incontri di marzo riguardano Nobiltà e Bellezza: la Dama con l’Ermellino di Leonardo da Vinci, martedì 12. Il 26 marzo si parla ancora di Leonardo e il concetto vasariano della grazia, nella conferenza tenuta da Timothy Verdon.

-> Destino dell’Umanesimo è il tema della riflessione di martedì 9 aprile, insieme a Marino Biondi. Il secondo appuntamento del mese è con Sergio Givone e Forma e deformazione dall’Alberti a Leonardo, martedì 23.

-> Il ciclo si chiude a maggio: martedì 7 Fabrizio Paolucci tiene un incontro dal titolo Sotto il segno dell’Antico: il collezionismo archeologico di Cosimo I. Si conclude martedì 21 maggio con Gianluca Garelli e L’Umanesimo oltre l’Umanesimo.

L’opera di San Giovanni

-> Si trova in piazza San Giovanni e corrisponde all’antica canonica del battistero di San Giovanni. La facciata è riconoscibile dalla lunetta con un San Giovannino in terracotta, copia dell’originale di Michelozzo che è attualmente conservato al Museo del Bargello. Risale al 2006 un importante restauro che vuole la canonica come luogo di accoglienza turistica.

Potrebbe interessarti anche

-> Incontri al Museo

-> Dialoghi di arte e cultura agli Uffizi

-> La Colombaria: incontri sul femminile nel XX secolo

-> Galleria dell’Accademia: Nuove Acquisizioni in mostra

-> Le mostre da vedere a Firenze nel 2019

-> Raffinate porcellane in mostra a Palazzo Pitti

-> All’Opificio il Novecento in Mostra

-> Animalia fashion: moda e zoologia a Palazzo Pitti

-> Leonardo e l’arte tessile: la mostra a Prato

-> Guida ai più bei palazzi di Firenze

-> Musei scientifici da visitare a Firenze

-> Le Ville Medicee da non perdere

-> Gli Uffizi: dieci capolavori da non perdere

Etichette: