Pubblicato in: News

Cosa fare a Firenze nel weekend dal 22 al 24 dicembre 2017

Mariagiovanna GrifiMariagiovanna Grifi 4 settimane fa
Pixabay palazzo vecchio-min
Fonte: Pixabay

Come scoprire gli appuntamenti da non perdere a Firenze nel weekend? Ecco per voi il nostro #spiegoneweekend per andare incontro a tutte le passioni e a tutti i gusti!

Dopo 5 anni di attività del quotidiano di eventi e tempo libero Milano Weekend, nasce la nuova redazione di Firenze Weekend che da ora in poi vi terrà informati su tutto ciò che c’è da fare e vedere nel capoluogo toscano e nei dintorni. Dunque, come si dice, stay tuned!

Eccoci arrivati al weekend subito prima di Natale… tra una spesa e l’altra già si pensa al cenone della vigilia e al pranzo del 25 dicembre. Ma in questi giorni prefestivi è bene anche godersi un po’ la città che offre un ricco calendario di mostre dedicate al contemporaneo e all’antico, passando dal collezionismo alla storia, dalla moda ai divi del teatro e del cinema, con eventi studiati ad hoc anche per i piccolissimi. Inoltre, perché non andare anche qualche sera a teatro per assistere a uno spettacolo o a un bel concerto. Ancora, selezionati per voi, gli appuntamenti letterari, gli eventi enogastronimici, le rassegne cinematografiche e la nightlife.

Mostre a Firenze

-> #spiegonemostre: le cinque da non perdere questa settimana

Robot Fever. I samurai nell’era del Chogokin al Museo Stibbert (fino al 7 gennaio 2018). L’esposizione, attraverso il confronto tra le armature dei samurai conservate nella collezione giapponese del museo e l’interpretazione datane da fumetti e film d’animazione, ripercorre la storia del giocattolo nipponico e il suo successo internazionale.

Monet Experience e gli Impressionisti alla chiesa di Santo Stefano a Ponte (fino al 1° maggio 2018): la mostra multimediale proposta da Crossmedia Group è un’immersione sensoriale nei capolavori del grande maestro e dei maggiori interpreti dell’Impressionismo.

Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna (fino al 21 gennaio 2018): è questa la proposta di Palazzo Strozzi. I curatori, attraverso una settanta di opere, restituiscono il clima artistico e culturale di un’epoca dalla straordinaria vitalità e innovazione, segnata da una parte dai dettami della Controriforma, dall’altra da una personalità emblematica quale Francesco I de’ Medici, generoso mecenate affascinato dal mondo dell’alchimia. Star indiscussa dell’esposizione la “Deposizione” di Pontormo proveniente dalla chiesa di Santa Felicità e reduce da un accurato restauro.

Leopoldo de’ Medici principe dei collezionisti a Palazzo Pitti (fino al 28 gennaio 2018): per gli appassionati di arte e collezionismo la mostra, in corso presso il Tesoro dei Granduchi, è tappa obbligatoria. Pensata in occasione del quarto centenario della nascita del cardinale, riunisce raffinati ed eccellenti esempi di sculture antiche e moderne, oggetti d’arte orientale, pitture, strumenti scientifici e mirabilia. Il tutto nella cornice delle sale affrescate dell’appartamento d’estate della famiglia Medici.

I nipoti del Re di Spagna (fino al 7 gennaio 2018): sempre a Palazzo Pitti, con lo stesso biglietto della mostra su Leopoldo, suggeriamo di visitare la Galleria Palatina. Qui è presentato il più recente acquisto delle collezioni: il dipinto di Anton Raphael Mengs raffigurante Ferdinando e Maria Anna, due dei figli dell’Arciduca Pietro Leopoldo di Lorena e di Maria Luisa di Borbone.

Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura alla Galleria dell’Accademia (fino al 18 marzo 2018): il Trecento come secolo in cui nasce la moda. I ricami, i preziosi velluti e le tavole dagli sfondi dorati testimoniano ancora oggi la grande tradizione artigianale e artistica di Firenze. Con un prestito d’eccezione: un vestitino in lana dal National Museum di Copenhagen – confezionato intorno alla metà del XIV secolo per una bimba e recentemente recuperato dagli archeologi in Groenlandia.

Il Rinascimento giapponese. La natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo (fino al 7 gennaio 2018): prima nel suo genere in Europa. Nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi è possibile ammirare trentanove esempi di arte giapponese su carta. Delicate pitture di paesaggio e natura, molte delle quali considerate tesori nazionali e proprietà intellettuali importanti del Giappone, nel classico formato del paravento pieghevole (byōbu) e delle porte scorrevoli (fusumae). Data la delicatezza del supporto, sono esposte in tre rotazioni di tredici alla volta.

I volti della Riforma. Lutero e Cranach nelle collezioni medicee (fino al 7 gennaio 2018): sempre alle Gallerie degli Uffizi, l’esposizione pensata in occasione del cinquecentenario dell’affissione delle novantacinque tesi di Lutero alla porta della Schlosskirche di Wittemberg.

Ejzenštejn. La rivoluzione delle immagini (fino al 7 gennaio 2018): ancora Uffizi, con disegni, opere grafiche e spezzoni di film di uno dei più grandi rivoluzionari della cultura del Novecento. Un modo per ricordare il centenario della Rivoluzione socialista in Russia.

Reliquiario di Montalto al Bargello (fino al 30 gennaio 2018): il rarissimo capolavoro di oreficeria medievale, attribuito all’artista francese Jean Du Vivier, attivo a Parigi alla corte di Carlo V, sarà visibile nella Cappella della Maddalena per tutta la durata dei lavori di restauro al Museo Sistino Vescovile di Montalto, danneggiato durante il terremoto del 30 ottobre 2016.

Da Brooklin al Bargello: Giovanni della Robbia, la lunetta Antinori e Stefano Arienti (fino all’8 aprile 2018): sempre al Museo del Bargello sarà possibile ammirare Firenze la lunetta con la “Resurrezione” di Giovanni della Robbia, recentemente esposta a due grandi mostre presso il Museum of Fine Arts di Boston e la National Gallery di Washington.

Pretiosa vitreaL’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana (fino al 29 gennaio 2018): per gli amanti dell’antico d’obbligo una tappa al Museo archeologico nazionale. La mostra, che nel titolo si ispira a un passo del celebre “Satyricon” di Petronio, offre un percorso alla scoperta dell’antica arte della lavorazione del vetro e delle infinite forme, colori e riflessi dei vasi etruschi, greci e romani.

Mineraliter. Pietre mirabili tra Medici e Natura al Museo della Specola (fino al 31 dicembre 2017): ancora collezionismo mediceo con una straordinaria selezione di pietre lavorate affiancata da un’esposizione di minerali naturali di rara bellezza, provenienti da tutto il mondo. Fra i preziosi oggetti visibili in mostra due coppe in diaspro e una in giada nefrite appartenute a Lorenzo il Magnifico, una tazza in lapislazzuli a forma di conchiglia e uno straordinario vaso a navicella in quarzo ialino, scavato e lavorato da un unico blocco.

Leonardo Bruni. L’Umanesimo a Firenze alla Biblioteca Medicea Laurenziana (fino al 5 gennaio 2018): la vicenda intellettuale di Leonardo Bruni, cancelliere della Repubblica Fiorentina e umanista tra i maggiori del suo tempo, viene ricostruita attraverso l’esposizione di una sessantina di codici in gran parte miniati. Il prezioso materiale proviene interamente dai fondi della Laurenziana, che può vantare una delle principali raccolte di manoscritti al mondo.

Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976 alla Strozzina (fino al 21 gennaio 2018): oggetti di design, video e istallazioni, gioielli, tessuti e porcellane, nonché le opere visionarie di artisti e gruppi quali Archizoom, Remo Buti, 9999, Gianni Pettena, Superstudio, UFO e Zziggurat per rivisitare la straordinaria rivoluzione creativa fiorentina degli anni Sessanta e Settanta del secolo scorso.

Paolo Poli è… al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino (fino al 6 gennaio 2018): video e foto, proiezioni multimediali, fondali scenografici per ricordare, a un anno e mezzo dalla scomparsa, uno dei più grandi e irriverenti attori di Firenze.

Silvano Campeggi ‘Nano’ tra divi e diavoli a Palazzo Vecchio (fino al 7 gennaio): il cinema dei divi e del successo Hollywoodiano, delle icone senza tempo, ma anche i personaggi storici, le grandi battaglie, i meditati disegni elbani alla mostra che Firenze dedica al mago dei cartelloni cinematografici.

Altre mostre: ancora Novecento con Lloyd. Paesaggi toscani del Novecento (fino al 7 gennaio 2018) a Villa Bardini; Adrian Paci. Di queste luci si servirà la notte (fino all’11 febbraio 2018) e Rivoluzione 9999. L’architettura con gli occhi proiettati al futuro (fino al 28 gennaio 2018) al Museo Novecento; 1927. Il ritorno in Italia. Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento (fino al 2 maggio 2018) al Museo Ferragamo; Made in New York. Keit Harring, Paolo Buggiani and co. (fino al 4 febbraio 2018) a Palazzo Medici Riccardi.

Eventi per bambini

-> #spiegonebambini: ecco cosa fare con i più piccoli a Firenze

-> Incontri museali imperdibili per i piccolissimi sabato 23 dicembre: non poteva mancare una visita che ci immerge completamente nel momento festivo alla chiesa di Santa Maria Novella. Alle ore 10.30 e alle ore 12, infatti, è in programma Nel tempo di Natale: dalla Natività all’Epifania, attività per famiglie con bambini dagli 8 ai 12 anni. Dopo la visita è previsto anche un percorso interattivo per scoprire le diverse tappe del racconto più famoso della storia. Alle ore 10 anche l’ultimo appuntamento per il ciclo di laboratori per famiglie Piccole storie di colori. Rosso al Museo di Palazzo Vecchio per bambini dai 4 ai 7 anni, organizzato da MUS.E. Inoltre, al Museo Novecento, nell’ambito della mostra di Adrian Paci un’attività bambini dagli 8 ai 12 anni volta a indagare i silenzi, le voci, le sfumature, i misteri della luce. Ancora, alle ore 15 il Museo di Storia Naturale propone un percorso per scoprire il luogo dove è nato Babbo Natale e dove vive il popolo della Lapponia (l’attività si svolgerà presso Paleontologia in via La Pira, 4): una fantascientifica storia di viaggi di Michele Neri. Infine, appuntamento alle ore 15 e alle ore 16.15 al Museo FirST (Fondazione Scienza e Tecnica e Planetario) con lo spettacolo “From Earth to the Universe” al Planetario di Firenze.

-> Natale in biblioteca: venerdì 22 dicembre alle ore 17 Svaligiamo le storie, aspettando Babbo Natale alla Biblioteca Filippo Buonarroti (per bambini dai 3 ai 6 anni) e sabato 23 alle ore 11 alla Biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino l’evento gratuito Il Gatto con gli stivali.

-> Decorazioni natalizie: ogni sabato di dicembre dalle ore 16.30 alle 18.30 da TuscanBites Firenze si può partecipare a un laboratorio per bambini per creare decorazioni natalizie. L’ingresso e il laboratorio sono liberi, si ospitano fino a 10/12 bimbi (durata: mezz’ora); dopo l’attività i bambini possono inviare la lettera a Babbo Natale.

-> Spettacolo di burattini: evento a cura dell’Associazione Il Baule venerdì 22 dicembre al Centro Commerciale Coop Le Piagge alle ore 15.30.

-> Il Gatto con gli stivali: spettacolo teatrale de I Pupi di Stac venerdì 22 dicembre alle ore 16.30 presso il Teatro 334 Brozzi e sabato 23 alle ore 11 nella Sala Ragazzi della Biblioteca Ernesto Ragionieri di Sesto Fiorentino. Ingresso gratuito.

-> Animazione e musica: al centro commerciale di Novoli dalle ore 15.30 alle ore 18.30 venerdì 22 dicembre.

-> Concerto di Natale del Piccolo Coro Melograno, sabato 23 dicembre alle ore 17 presso la Limonaia di Villa Vogel. Il ricavato delle offerte sarà devoluto a Fondo Essere.

Eventi letterari

-> #spiegonelibri: la settimana di chi ama la lettura a Firenze

-> Alla Fondazione Culturale Niels Stensen (viale don Minzoni, 25/G) è in programma per sabato 23 alle ore 10.30 uno degli incontri di Bioetica, Biodiritto e Biopolitica, ciclo rivolto agli esperti e ai cittadini per comprendere la complessità dell’ambiente sanitario e delle relative implicazioni giuridiche, politiche e sociali (il costo è di 5 euro per la singola giornata e di 40 euro per l’intero percorso).

-> Sabato 23 dicembre alle 16.30, Marco Vichi è all’IBS Bookshop (via de’ Cerretani, 16/R) per presentare e firmare le copie del suo nuovo libro “Nel più bel sogno”.

-> Libreria Caffè La Cité (borgo San Frediano, 20) organizza il laboratorio Ricicla la carta, non gli auguri, per realizzare bigliettini natalizi con materiali riciclati sotto la guida dell’artista Pamela Barberi (sabato 23, ore 16.30).

Spettacoli

-> #spiegoneteatri: gli spettacoli da non perdere questa settimana

-> Gli appuntamenti del weekend cominciano con “Il canto di Natale” al Teatro di Cestello (20-26 dicembre), in una messa in scena fiabesca per la regia di Marcello Ancillotti, che è già un consolidato successo.

-> Una serata molto particolare vi aspetta al Teatro Puccini giovedì 21 dicembre, con lo spettacolo Maria Cassi e Eos Saxophone Project, una favola originale dominata dal fantastico e dal comico, con un ritmo irresistibile ideato da Alda Dalle Lucche.

-> Da segnare in agenda anche l’evento proposto dal Teatro Verdi, che consente di rivedere sul palco il 21 e il 22 dicembre due amici di vecchia data, Massimo Lopez & Tullio Solenghi, per uno show tutto da ridere fatto di gag, improvvisazioni e perle di grande comicità.

-> Gli eventi teatrali principali del weekend si concludono con “Babar e altre storie” al Circolo Teatro Affratellamento sabato 23 dicembre, con la voce recitante di Mattia Fornabaio, accompagnato al pianoforte da Ilaria Posarelli.

Concerti

-> Per gli amanti della musica ricordiamo il Concerto di Natale al Teatro dell’Opera, che giovedì 21 dicembre festeggerà l’arrivo delle festività assieme al direttore e compositore Federico Maria Sardelli. Mentre sabato 23 dicembre al Teatro Puccini si esibiranno, all’interno del Toscana Gospel Festival, i Perfect Harmony The Voices of Victory.

> Da segnalare i due appuntamenti di venerdì 22 dicembre, sia al Circolo Il Progresso, che ospiterà i Magic Candle Corporation, che al Combo Social Club, dove sarà la volta dei Kelevra + Sandiego & Marco Rissa from The Giornalisti.

-> Anche alla Flog, sabato 23 dicembre, toccherà a Selton – Manifesto Tropicale Tour, che farà tappa a Firenze per promuovere il nuovo album.

-> Ricordiamo anche il concerto dei Sonic Jesus + Bennet, sabato 23 dicembre al Glue Alternative Concept Space, la band dagli approcci psichedelici e dronici, per immergersi in sonorità sintetiche e post-punk.

-> Da non perdere, infine, l’Ort –  Concerto di Natale al Teatro Verdi domenica 24 dicembre, con Daniele Rustioni sul podio per una serata beethoveniana che snocciola pagine celeberrime.

Eventi enogastronomici

-> #spiegonefood: gli appuntamenti col gusto a Firenze

-> All’ Atrium Bar del Four Season Hotel, giovedì 21 dicembre due drink a scelta, snack di benvenuto, main course e dessert con live di Virgin’Cisco nella serata del The Music Journey.

-> Go Asia Cultural Association organizza Fusion Christmas Party, apericena al One Night in Bejing.

-> Ancora, lo Studentato autogestito PDM organizza il Christ_Marx_Dinner: cena, jam session, giochi da tavolo e goliardia.

-> Per un pasto più bio, al Pallaio, la Cena di Natale orti in affitto, con piatti ricavati direttamente dalle verdure coltivate nell’orto (costo di 20 €).

-> Festa di auguri anche ad Allegro con Cuoco con musica della Klezmerata Fiorentina e i biscotti dello Chef Jeff Thickman a partire dalle 17.30.

-> Dalle 21, per la degustazione di miele della canonica ai Borri, invece, occorrerà recarsi dalle 21 al Vineggiando Bottiglieria con Simona Pappalardo.

> Abbinamento musica e cucina alla scuola di Cucina Lorenzo de’ Medici con il corso per imparare a cucinare e il tributo a Frank Sinatra venerdì 22 dicembre.

-> Sabato 23 dicembre, consueto sabato di carne al Caffè Notte.

-> All’Osteria della Pagliazza, cucina toscana rivisitata in chiave moderna a partire dalle 19.30.

-> Come ogni domenica mattina, il Brunch dell’Opicificio Jm in piazza San Marco a Prato domenica 24.

-> Anche al Podere S. Rita si aspetta il Natale con il Brunch della Vigilia a partire dalle 11.

-> Sunday Brunch anche al Cartabianca di via Panciatichi (12 € bevande escluse).

-> Per la cena della Vigilia, invece, La Cucina di Pescepane (via G. Carducci15r) propone menù alla carta e piatti speciali del giorno.

-> Al Kraken Pot si aspetta il Natale con menù di pesce al Xmas Dinner at the Kraken Pot (prezzo € 60 a persona).

> Al Corsini, invece, cena raffinata di carne al Christmas Eve del 24 dicembre (a persona € 80).

Cinema a Firenze

-> Ecco il programma del weekend al Cinema La Compagnia: “Nothingwood party” di Sonia Kronlund (2017), la storia della professione del cineasta afghanistano Salim Shahenn, che trae ispirazione viaggiando (venerdì 22 alle 15.00, sabato 23 alle 17.00, domenica 24 alle 21.00); “Happy Winter” di Giovanni Totaro, tra crisi e sperpero, tra essenza e apparenza (venerdì 22 alle 17.00, sabato 23 alle 15.00, domenica 24 alle 19.00); “Bosch. Il giardino dei sogni” di José Luís López Linares, un omaggio a Hieronymus Bosch, morto nel 1516 (venerdì 22 alle 19.00, sabato 23 alle 21.00, domenica 24 alle 15.00); “Dancer” film di Steven Cantor nominato come miglior documentario ai British Independent Film Awards, il racconto della vita del ballerino Sergei Polunin (venerdì 22 alle 21.00, sabato 23 alle 19.00, domenica 24 alle 17.00). Il prezzo è di 8 euro (intero) e di 6 euro (ridotto).

Nightlife

-> Una divertente serata vi attende al Jazz Club, che giovedì 21 dicembre ospiterà i Nothing For Breakfast ° live, il gruppo fiorentino dai generi Alternative/Space/Floating.

-> Annotatevi anche le serate del 21 dicembre, Galeffi, al Tender Club, con musica dal vivo dalle mille sfumature sonore in un mondo a tratti surreale, governato da tazze di tè, occhiaie, orologi, caffettiere, baci rubati, polistirolo e calciatori; e l’appuntamento al Rex Cafè con l’evento Hade – Otto & John Holys.

-> Rimanendo in tema di feste imperdibili, al Tenax venerdì 22 dicembre vi aspetta l’evento Metampsicosi, per festeggiare il Natale nel migliore dei modi ripercorrendo la storia con tanti dischi; mentre sabato 23 dicembre sarà la volta del XMas Party, con Lorenzo Vichi, Maghero DJ e Emiliano Chellini.

-> Alla Ditta Artigianale le feste natalizie si inaugurano venerdì 22 dicembre con il Burlesque Christmas Party e le performance di Dahlya Naif, accompagnata dal Dj Mr. Janga ElectroSwing.

-> Si continua venerdì 22 dicembre al Buh! con Rooty presenta Mop Mop live drum solo, che indaga quel suono dell’elettronica fortemente connesso a determinate radici musicali; per finire in bellezza sabato 23 dicembre con l’Espana Circo Este, fra Latin Pop Punk, Tango, Cumbia e Reggae.

Gite fuori porta

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Firenze da vivere: i consigli della redazione

Sei in visita a Firenze e vuoi sapere cosa andare a visitare? Passi per il capoluogo toscano solo per poco tempo e desideri fare una passeggiata veloce? Vivi a Firenze e hai bisogno di idee su cosa o dove mangiare, su dove acquistare oggetti specifici o su cosa fare la sera? Ecco i consigli della nostra redazione e continua a seguirci per tante altre proposte!

Cosa vedere a Firenze in mezza giornata

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Cosa vedere a Firenze in tre giorni

Cosa mangiare a Firenze: piatti tipici

Cosa mangiare a Firenze: dolci tipici

Cosa mangiare a Firenze: pizzerie

Cosa mangiare a Firenze: street food

Cosa comprare a Firenze

Cosa fare a Firenze la sera

Speciale Natale a Firenze: mercatini e Winter Park

Etichette: