Pubblicato in: Guide

Ponte del 1 maggio: cosa fare a Firenze

Mariagiovanna GrifiMariagiovanna Grifi 4 settimane fa
Iris viola in fiore
Fonte: Pixabay

Trofeo Marzocco, corteo e premiazione

Il Trofeo Marzocco, gara tra gruppi storici di sbandieratori organizzata dai Bandierai degli Uffizi per la giornata del 1 maggio, giunge quest’anno alla sua XXV edizione e si terrà in piazza della Signoria. Il termine “marzocco” fa riferimento al leone che nella Repubblica Fiorentina del Cinquecento era simbolo del potere popolare; la più celebre rappresentazione ad opera di Donatello è conservata nel Museo del Bargello di Firenze. In occasione del 45° anniversario dalla fondazione del gruppo (1973-2018), quest’anno i Bandierai degli Uffizi hanno deciso di non gareggiare invitando altri gruppi amici. In gara, infatti, il Gruppo storico Sbandieratori e Musici città di L’Aquila, gli Sbandieratori di San Gemini, i Bandierai e Musici di Castel San Barnaba e gli Sbandieratori e Musici città di Lucca. Oltre alle esecuzioni di ogni gruppo partecipante, durante la gara vengono valutate anche le prestazioni dei musici che accompagnano gli esercizi degli sbandieratori.

Marzocco, Statua in piazza della Signoria
Fonte: Flickr – Son of Groucho

Programma XXV Trofeo Marzocco:

ore 14.30: partenza del Corteo storico della Repubblica fiorentina e dei gruppi partecipanti al Trofeo Marzocco dal Palagio di Parte Guelfa

ore 15:00: arrivo del Corteo e dei gruppi in gara in piazza della Signoria ed esibizione di apertura delle piccole leve dei Bandierai degli Uffizi

ore 15.40: inizio prima esibizione (Piccola squadra) e valutazione della giuria, esibizione finale di balletto delle Madonne Fiorentine

ore 16.20: inizio seconda esibizione (Grande squadra) e valutazione della giuria, esibizione finale dei Bandierai degli Uffizi

ore 17.30: premiazione e saluto da parte delle autorità.

Oltre al Trofeo Marzocco saranno inoltre assegnati il premio della Critica intitolato a Filippo Galli e il premio alla Storicità intitolato a Leonardo Artusi.

Visite speciali ai giardini

-> Giardino dell’Iris: visitabile tutto l’anno su appuntamento, dal 25 aprile al 20 maggio il giardino è aperto tutti i giorni per mostrarsi nella sua forma migliore grazie alla fioritura degli iris. Scalette, vialetti di pietra serena, una meravigliosa vista su Firenze e tante varietà di iris (barbate intermedie e nane, giapponesi, sibirica, louisiana). È possibile prenotare visite guidate in italiano e in inglese per gruppi e scolaresche; inoltre, la Società italiana dell’Iris organizza diversi corsi tra cui quello di ibridazione (sabato 12 maggio) e quello di disegno e acquerello botanico (dal 4 al 6 maggio).

Ingresso gratuito da viale Michelangelo 82; apertura dal lunedì al venerdì ore 10.00-13.00 e 15.00-19.30, sabato e domenica ore 10.00-19.30; ultimo ingresso disponibile mezz’ora prima dell’orario di chiusura. Per info: tel. 055 483112 – mail segreteria@irisfirenze.it – www.societaitalianairis.com.

Pergola glicine in fiore
Fonte: Villa Bardini

-> Glicine in fiore al Giardino Bardini: aperto tutto l’anno con orari diversi, dal 21 aprile al 1 maggio è previsto un programma di visite speciali insieme all’architetto paesaggista Claudia Mezzapesa in occasione della fioritura della pergola di glicine, la più famosa di Firenze. Risalendo la scalinata barocca del giardino, sarà possibile riconoscere i glicini giapponesi e cinesi e conoscere storie e leggende legate a questa antichissima pianta giunta dall’Oriente, inebriati dal profumo e dai colori, ma anche dalle magnifiche viste sulla città di Firenze. Il percorso si conclude in Villa per ammirare le collezioni permanenti e la mostra temporanea di illustrazioni dell’Archivio Storico Salani Pinocchio, Harry Potter, Topolino, Heidi e tutti gli altri….

Appuntamento in via dei Bardi 1r; ingresso e visite guidate 10 € a persona (1 ora e mezza). Per info sugli orari www.villabardini.it. Prenotazioni esclusivamente su www.beemyguide.com.

-> Parco di Pratolino: riaperto lo scorso 1 aprile in occasione della Pasqua, il noto “giardino delle meraviglie” di Villa Demidoff voluto da Francesco I de’ Medici su progetto di Buontalenti propone un percorso guidato speciale per domenica 29 aprile alle ore 10.45 alla scoperta dei giochi d’acqua, delle grotte segrete, degli automi e delle piante. Per la visita, infatti, saranno visitabili anche quei luoghi di solito chiusi al pubblico come l’antica ghiacciaia, le scuderie, la Peschiera della Maschera, la Grotta di Cupido, la carbonaia, la Sala Rossa e il gigantesco ed affascinante Appennino.

Costo della visita guidata: 10 euro a persona. Per info e prenotazioni scrivere ad artemidefirenze@gmail.com oppure chiamare Giorgia 347 5380457. Il giardino è comunque aperto venerdì, sabato, domenica e festivi, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, a ingresso gratuito. Prenotazioni: tel. 055 4080721/723 e mail parcomediceodipratolino@cittametropolitana.fi.it.

-> Mostra primaverile di piante e fiori al Giardino dell’Orticoltura: come ogni anno il giardino ospita la mostra mercato dal 25 aprile al 1 maggio con oltre 60 espositori selezionati tra i migliori florovivaisti nazionali. Molte le iniziative culturali di questa edizione 2018, tra cui le conferenze al Tepidario Roster, presentazioni di libri e collane sul tema, laboratori per bambini e per adulti, mostre (la mostra di acquerello botanico venerdì 27 aprile e la mostra fotografica da sabato 28 a martedì 1 maggio) e visite guidate (domenica 29 aprile dalle 10 alle 12).

Per info: www.societatoscanaorticoltura.it.

Mostra dell’Artigianato per il 1 maggio

Per chi si trova a Firenze durante il ponte non può evitare di fare un salto alla Mostra dell’Artigianato, giunta alla sua 82° edizione, in corso dal 21 aprile al 1 maggio alla Fortezza da Basso. Oltre al ricco programma di esposizioni ed eventi, si ricordano alcuni appuntamenti speciali:

-> Mostra dedicata ai bozzetti di scena di Franco Zeffirelli: 16 litografie ricavate dai bozzetti originali di 14 lavori teatrali che, tra commedie e opere liriche, testimoniano settant’anni di attività del regista sin dal suo esordio come scenografo di Luchino Visconti.

-> Degustazioni e cooking show presso lo spazio espositivo di Unicoop Firenze che propone i prodotti locali delle imprese agroalimentari della Toscana.

-> Florence Street Art: evento di Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea che ospita i cosiddetti street artist di Firenze, tra cui gli australiani Stormie Mills e Tim Guider, il pittore e designer Diego Gabriele, i romeni Vlad Mititeu (graffiti artist) e Ache 77 (specializzato in stencil), l’illustratore e storyteller Exit Enter (noto soprattutto per le sue figure che giocano e rincorrono un palloncino rosso sui muri della città), Zed1 (conosciuto per realizzazioni provocatorie e umoristiche).

Festa del Lavoro: musei e mostre

I musei fiorentini saranno quasi tutti aperti martedì 1 maggio con il consueto orario, ad eccezione del Museo Bardini, la Fondazione Salvatore Romano e il Museo del Ciclismo Gino Bartali che resteranno chiusi.

Palazzo Vecchio
Fonte: Pixabay

Ecco di seguito alcuni orari museali per il giorno della Festa del Lavoro:

-> Museo di Palazzo Vecchio: 9 -23

-> Museo Novecento: 9- 19

-> Museo di Santa Maria Novella: 13 – 17.30

-> Museo del Bigallo: 9.30- 12.30.

-> Inoltre, la Galleria dell’Accademia e gli Uffizi, chiusi di solito il lunedì, saranno aperti eccezionalmente il 30 aprile dalle ore 8.15 alle 18.50 (ultimo ingresso alle 18.20).

Per quanto riguarda le mostre, martedì 1 maggio sarà l’ultimo giorno per visitare Monet Experience e gli Impressionisti all’ex-chiesa di Santo Stefano a Ponte, una fantastica esperienza multimediale dedicata ai capolavori di Monet e degli artisti che collaborarono con lui, un viaggio attraverso suoni e colori delle sue pitture grazie all’apporto delle nuove tecnologie; mentre il 2 maggio chiuderà la mostra 1927. Il ritorno in Italia. Salvatore Ferragamo e la cultura visiva del Novecento al Museo Ferragamo dedicata agli anni Venti e al ritorno in patria di Salvatore Ferragamo dopo 12 anni trascorsi negli Stati Uniti.

Trovandosi a Firenze, si consigliano anche:

-> Pinocchio, Harry Potter, Topolino, Heidi e tutti gli altri, mostra a Villa Bardini in omaggio all’infanzia e alle sue emozioni con le illustrazioni dell’Archivio Storico Salani, dal 13 febbraio al 3 giugno. In esposizione i personaggi della fantasia dei piccoli di varie generazioni, come i grandi classici da Pinocchio a Cappuccetto Rosso, da Heidi a Topolino, fino al recentissimo Harry Potter, nei disegni originali realizzati per le storiche collane Salani per ragazzi. E per l’occasione ogni domenica alle 16 i laboratori creativi di Artediffusa.

Orario: tutti i giorni esclusi i lunedì feriali dalle 10 alle 19. Biglietti: intero 8 euro; ridotti 6 e 4 euro; gratuito la prima domenica di ogni mese. Visite guidate gratuite, previo acquisto del biglietto di ingresso, tutti i fine settimana in due fasce orarie: 16.30 e 17.30. Per info e prenotazioni: www.bardinipeyron.it – 055 20066214 – villabardini@bardinipeyron.it. I laboratori sono gratuiti, previo acquisto del biglietto per la villa e la mostra, prenotazione obbligatoria: artediffusa@gmail.com.

-> The Florence Experiment: Firenze ospita dal 19 aprile al 26 agosto un esperimento che coinvolgerà direttamente i visitatori di Palazzo Strozzi che potranno lasciarsi scivolare dal loggiato del II piano al cortile per una discesa di 20 metri di altezza. Il progetto site-specific dell’artista Carsten Höller e dello scienziato Stefano Mancuso, a cura di Arturo Galansino, è un vero e proprio laboratorio scientifico che unisce arte e scienza ed è volto a studiare l’interazione tra esseri umani e piante. Uno studio sulle emozioni in rapporto alle piante sarà svolto anche negli ambienti della Strozzina dove sono state ricavate due sale cinematografiche direttamente collegate con la facciata del palazzo. Per maggiori info vi invitiamo a consultare direttamente la news di Firenze Weekend dedicata all’evento.

Danze e spettacoli durante il ponte

-> Firenze Tango Festival: giunge alla sua 16° edizione il festival dedicato al tango che si terrà dal 25 al 29 aprile presso il Teatro Affratellamento, il Firenze Salòn Càldin e il salone dello storico Circolo di Grassina. Spettacoli e balli, workshop e lezioni con insegnanti italiani e provenienti dall’Argentina e dalla Germania e un gran galà previsto per la serata di sabato 29 aprile.

Per tutte le info e il programma consultare il sito www.firenzetangofestival.it.

Tulipani
Fonte: Pixabay

-> Calendimaggio: torna come ogni anno l’appuntamento nel parco di San Salvi con i Chille de la Balanza, una grande festa per accogliere l’arrivo della primavera che ha origini molto antiche presso quei popoli che più di altri sentivano la forte connessione tra l’uomo e la natura. Quest’anno il tema principale sarà la necessità di un libero confronto tra le tante culture presenti nella società contemporanea. Tra le attività proposte durante la giornata di martedì 1 maggio il pic nic all’aperto da fare quando e dove si vuole, alle ore 16 l’iniziativa “Dipingi il tuo manifesto”, gli spettatori potranno realizzare liberamente manifesti che verranno poi affissi sui muri di Firenze, e alle ore 18.30 il concerto di Musica e Danze popolari a cura degli Adanzé.

Ingresso libero. Progetto in collaborazione con la Regione Toscana e il Comune di Firenze Assessorato alla Cultura. Info: www.chille.it.

Sagre e degustazioni

-> Sagra del cinghiale e della pizza: dal 20 aprile al 1 maggio presso lo stadio comunale di Pontassieve (viale Hanoi 8), cena tutte le sere alle ore 19, pranzo alle ore 12 e cena alle ore 19 la domenica e nei giorni festivi (25 aprile e 1 maggio). Tra le specialità: antipasto di cinghiale, tortelli, polenta, cinghiale fritto, cinghiale in umido. Per info: www.sagracinghiale.it.

Pasta al ragù
Fonte: Pixabay

-> Sagra del cinghiale: dal 27 aprile al 13 maggio presso il Centro Comunale Polivalente di Certaldo (viale Matteotti 201), cena tutte le sere alle ore 20, pranzo alle ore 12 e cena alle ore 20 sabato, domenica e giorni festivi (1 maggio). Dai salumi a base di cinghiale alle famose pappardelle, polenta e tortelli al sugo di cinghiale, penne ai funghi cucinate secondo una ricetta segreta, il tipico cinghiale in salmì e le ricercate bistecche di cinghiale; novità di quest’anno: capriolo al forno con patate. Per info: www.sagradelcinghialecertaldo.it.

-> Sagra del cinghiale: dal 1 al 20 maggio per tre weekend di seguito presso il Circolo SMS Capannuccia di Bagno a Ripoli (via Tizzano 158), cena il sabato, pranzo e cena la domenica e nei giorni festivi (1 maggio). Oltre al tradizionale cinghiale al sugo, l’originale ricetta “alla Giuliano”, dal nome del cuoco che l’ha creata e che sta rendendo da anni famoso questo evento; ma anche lasagne, polenta, penne e tortellini al sugo di cinghiale, zuppa di funghi porcini, carne alla griglia e affettati caserecci quali, ad esempio, la soprassata.

-> Magnalonga: passeggiata ed enogastronomia per i sentieri del Mugello, con partenza da Dicomano. Torna anche quest’anno per la giornata del primo maggio la camminata degustativa con due itinerari di lunghezza e difficoltà differenti: 12 e 22 km. Lungo il tragitto diversi punti di ristoro per assaggiare i prodotti tipici del Mugello e della Val di Sieve, accompagnati dai vini Chianti. Per info: 3382556304 e 0558448155.

Ponte a Firenze? Ecco tanti consigli della nostra redazione per conoscere al meglio la città.

Cosa vedere a Firenze in mezza giornata

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Cosa vedere a Firenze in tre giorni

Gli Uffizi in breve: 10 capolavori da non perdere

Cosa visitare gratis a Firenze: giardini, case-museo e tour

Firenze e dintorni: tesori da scoprire fuori città

Cosa mangiare a Firenze: piatti tipici

Cosa mangiare a Firenze: dolci tipici

Cosa mangiare a Firenze: pizzerie

Cosa mangiare a Firenze: street food

Cosa mangiare a Firenze: brunch della domenica

Cosa comprare a Firenze

Cosa fare a Firenze la sera

Attenzione alle zone ZTL e alla ZTL notturna

Etichette: